Quotidiani locali

Anziano ritira la pensione e viene rapinato dai banditi

Pisa: due stranieri lo hanno avvicinato in via Livornese, mentre era in bici. Poi sono scappati con mille euro. Un tabaccaio lo ha soccorso: "Era terrorizzato"

PISA. Aveva appena prelevato la pensione all’ufficio postale di Porta a Mare. Poi, mentre tornava a casa in bicicletta, due persone lo hanno avvicinato lungo la via Livornese. Erano un uomo e una donna, molto probabilmente di nazionalità straniera. Hanno cercato di circuirlo. E approfittando di un attimo di distrazione gli hanno sfilato il portafogli dalla tasca con tutti i soldi custoditi all’interno: circa mille euro secondo quanto raccontato dall’uomo ai testimoni che lo hanno visto chiedere aiuto.

Saverio Nocchi, il tabaccaio che ha...
Saverio Nocchi, il tabaccaio che ha soccorso il rapinato


Paura a Porta a Mare, dove alle 10.30 di lunedì 2 luglio un anziano ultraottantenne che vive nel quartiere è stato rapinato dell’assegno mensile con cui vive. Svelti, e con un movimento fulmineo, i banditi non si sono fatti scrupoli nell’approfittarsi dell’anziano, che stava tornando in bicicletta proprio dall’ufficio postale. I due potrebbero averlo notato all’esterno delle Poste e poi seguito fino alla lunga strada nelle vicinanze della Corte Sanac. Avvicinandolo e strattonandolo proprio mentre non passava nessuno, dopo un appostamento che non a caso è stato organizzato proprio nel primo giorno feriale del mese, ieri, quando in tutti gli uffici postali si può finalmente ritirare l’assegno previdenziale.

La vittima – comprensibilmente sotto choc a causa dell’accaduto – non è riuscita a opporre resistenza, dato che i due malviventi sono spariti in un attimo. Fuggendo a piedi. Così a lui non è rimasto altro che rifugiarsi nel negozio più vicino, un tabacchino, del quale per altro è anche cliente. «Lo conosco, abita nel quartiere – dice il titolare dell’esercizio commerciale, Saverio Nocchi – ed è una persona molto tranquilla. Quando l’ho visto entrare ripeteva solamente “Mille euro, mille euro”. Ho cercato di farlo ragionare, di capire qualcosa in più, ma non c’è stato verso. È strano perché a dispetto di altre parti della città, questa zona è tranquilla. Non ci sentiamo per nulla insicuri».

L'esterno del tabacchino di via...
L'esterno del tabacchino di via Livornese, con la bici dell'anziano rapinato


In quel tratta di strada, purtroppo, non ci sarebbero telecamere. Difficile, quindi, risalire ai banditi almeno dalle immagini della videosorveglianza. Il commerciante, appena compreso che cosa fosse realmente accaduto, ha telefonato al 113. E sul posto è immediatamente arrivata una volante. Gli agenti, con grande professionalità, hanno subito cercato di tranquillizzare l’anziano, che appariva in evidente stato confusionale. Dopodiché lo hanno portato negli uffici di via Lalli per sentirlo e raccogliere la sua denuncia.

L’uomo, per fortuna, non è rimasto ferito. È riuscito a salire da solo sull’auto della polizia e per soccorrerlo non è stato necessario l’intervento del 118. Secondo quanto riferito ai passanti di via Livornese, ad averlo rapinato, sarebbe stato il maschio. Non la donna, comunque sua complice. Il bandito, molto alto, dopo avergli svuotato il portafogli dei mille euro nascosti all’interno, è scappato abbandonando tutto lungo la strada. Purtroppo nessuno avrebbe visto niente. Nonostante questo, gli agenti della polizia di Stato, stanno indagando per cercare di capire chi siano i rapinatori che hanno circuito l’anziano, sfilandogli il borsello dalla tasca. E privandolo dell’assegno previdenziale con cui vive.

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro