Quotidiani locali

Sessantenne si toglie la vita nell'Arno - Video

Pisa: l'uomo è stato trovato da un vigile del fuoco. Ventiquattro ore prima aveva lasciato un biglietto con su scritto che si sarebbe buttato nel fiume

Trovato morto nell'Arno: il recupero del corpo Pisa: l'uomo ritrovato è un sessantenne scomparso da 24 ore. Aveva lasciato un biglietto con intenti suicidi (video Stefano Taglione) - L'ARTICOLO

PISA. Lo hanno trovato cadavere nell'Arno, sotto la scuola di canottaggio dei vigili del fuoco di lungarno Guadalongo. Dramma a Pisa: l'uomo trovato morto - come confermano fonti vicini alle indagini - è il sessantenne scomparso da casa nella mattinata di mercoledì 13 giugno. Lo stesso che aveva lasciato sul tavolo della cucina un biglietto con su scritto: «La faccio finita, mi butto nell’Arno»

L'uomo abitava in città ed era agli arresti domiciliari per violenza sessuale. Il corpo è stato notato alle 9.40 da Alessandro Simoncini, il direttore responsabile della base nautica dei vigili del fuoco di Pisa, dove si allenano i ragazzi del canottaggio e dove lunedì 18 giugno partiranno per la prima volta i campi solari estivi. "I colleghi che erano in servizio mi avevano detto che stavano effettuando una ricerca - spiega Simoncini - e appena ho visto il cadavere vicino al pontile mi sono immaginato che fosse lui".

Trovato morto nell'Arno: "Ho subito pensato al peggio" Parla il direttore della scuola di canottaggio dei vigili del fuoco, Alessandro Simoncini: "Sapevo che c'erano delle ricerche in atto" (video Stefano Taglione) - L'ARTICOLO

Simoncini si trovava nei pressi del fiume con un carrello per trasportare un'imbarcazione in darsena. Il cadavere si trovava fra una barca e la riva, a testa in giù. "C'eravamo già stati il giorno prima - rimarca Simoncini - ma non l'avevamo trovato. Tutta la zona era stata battuta. Io ieri ero in acqua per fare gli allenamenti di canottaggio". Il vigile del fuoco - che è anche caposquadra a Pisa - ha subito avvisato la sala operativa dei pompieri, che ha poi chiamato la polizia di Stato.

L'intervento di recupero del cadavere...
L'intervento di recupero del cadavere (foto Fabio Muzzi)

Sul posto un equipaggio delle volanti, la pubblico ministero Lydia Pagnini della procura della Repubblica di Pisa, il vicequestore aggiunto Rita Sverdigliozzi, il capo della volanti della questura, Fabrizio Valerio Nocita, la polizia scientifica, un equipaggio delle volanti e una squadra dei pompieri, con i sommozzatori. Il cadavere è stato poi rimosso dalla sezione funebre della Pubblica assistenza di Pisa.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro