Quotidiani locali

Russell Crowe a Pisa: beccato a piedi in Borgo Stretto

Ha mangiato gnocchi e insalata al Caffè Settimelli con una ragazza: «Pisa è proprio una bella città». Poi si fa un selfie con una gelataia

PISA. L’ora della cena è a dir poco inusuale. Ore 17 di mercoledì 13 giugno: gnocchi, insalata e per concludere un latte macchiato. I lavoratori del Caffè Settimelli, in Borgo Stretto, quando lo hanno visto entrare con quella barba lunga non hanno potuto credere ai loro occhi: «Oh, guarda, c’è Russell Crowe».

Il popolare attore e regista neozelandese – che era un po’ infastidito dalla folla, ma non si è mai sottratto ai tantissimi selfie – è rimasto nel locale per circa un’ora, salutando tutti coloro che gli si sono avvicinati. Era in compagnia di una ragazza molto più giovane di lui (non la moglie, dalla quale ha divorziato da qualche mese) e di due guardie del corpo che non lo hanno abbandonato per un attimo. Con loro se ne è andato a piedi, in direzione di piazza dei Miracoli, dove si è poi fotografato con la Torre alle spalle, pubblicando tutto sul suo account Twitter. Sempre sul social network ha postato un video mentre in auto sta per entrare in una galleria della Firenze-Mare.



Ha fatto in tempo a fermarlo Luciana Di Mario, giovanissima dipendente della gelateria “Il gelato di Toto”, sempre in Borgo Stretto, che ci ha scambiato qualche parola. «Mi ha detto “Ciao” e mi ha preso il cellulare per fare la foto – spiega la ragazza – e appena l’ho visto sono diventata viola. È stata una grandissima emozione, ma andava di fretta e non sono riuscita neppure a offrirgli un gelato». Stupefatti anche i camerieri del Settimelli. «Certo che lo abbiamo riconosciuto – dice uno di loro – ma non ha parlato tanto. Anche il titolare si è fatto una foto con lui».



Il divo di Hollywood – «Pisa è proprio una bella città», avrebbe detto a un passante con cui ha posato – si è concesso una passeggiata nel pieno centro della città dopo che la scorsa settimana era atterrato a Roma per diversi spettacoli su “Il Gladiatore”. Mercoledì 6, infatti, c’è stata la proiezione del film all’interno del Colosseo, durante una serata per raccogliere fondi per la campagna del “Rotary End of Polio Now” contro la poliomielite e per realizzare un nuovo ascensore che porti al terzo anello dell’Anfiteatro Flavio le persone con disabilità motorie.

Venerdì e sabato scorsi, invece, al Circo Massimo erano state organizzate altre due giornate ad hoc con “Il gladiatore in Concerto”. Con un siparietto: il regalo della maglia della Roma da parte di Francesco Totti, con l’attore che però avrebbe dichiarato di tifare Lazio.

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro