Quotidiani locali

“Pisa nel cuore” al bivio aperto il confronto

Apparentamento o accordo politico: due giorni per la scelta

PISA. Pisa nel cuore ha riunito il direttivo. Ieri anche i candidati al consiglio comunale. Raffaele Latrofa deve prendere una decisione in vista del ballottaggio del 24 giugno, ma ancora non ha deciso. Prima vuole sentire che aria tira nella sua compagine. Dove le voci non sono univoche. Qualcuno ha già detto che preferisce sostenere il candidato del centrosinistra Serfogli. Altri, nel solco di centrodestra della lista, sono invece dalla parte di Conti.

Domenica scorsa Pisa nel Cuore ha ottenuto 2.743 voti, pari al 6,6%. Al di là delle dichiarazioni da campagna elettorale del tipo «arriveremo noi al ballottaggio», l’obiettivo realistico era quello del 10% in modo almeno da raddoppiare la presenza in consiglio. E mettersi a sedere al tavolino, qualsiasi tavolino, con un peso specifico maggiore. Latrofa comunque vuol far valere il suo 6,6%, «il doppio di Forza Italia», sottolinea un esponente della lista, ricordando le forti polemiche e le accuse lanciate dal centrodestra a Pisa nel cuore solo pochi giorni fa.

Moderato, cattolico, ingegnere al Comune di Cascina, il leader di Pisa nel cuore non vuole parlare per ora delle sue intenzioni riguardo al ballottaggio che si svolgerà il 24. Dice solo che prenderà una decisione nel giro di due giorni e che la comunicherà «con chiarezza, come sempre» in una conferenza stampa. Tecnicamente, davanti ha due strade: l’apparentamento o l’accordo politico. L’apparentamento è un “collegamento” con uno dei due candidati sindaco. In sostanza, la norma consente ai candidati sindaci al ballottaggio di dichiarare il collegamento con ulteriori liste rispetto a quelle del primo turno e queste, in caso di vittoria, ne giovano rientrando nella ripartizione del premio di maggioranza (ovvero acquisendo più seggi rispetto al previsto).

Altrimenti

un accordo politico, che per Latrofa vorrebbe dire soprattutto portare all’alleato i principali punti del programma su cui ha lavorato a lungo e con impegno. Sul piatto, da sinistra e da destra, un assessorato. E una partecipata. (f.l.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro