Quotidiani locali

trovato un biglietto: «mi butto nell’arno» 

Evade dai domiciliari e minaccia il suicidio

PISA. Sul tavolo avrebbe lasciato solo un biglietto: «La faccio finita, mi butto nell’Arno». Ricerche a tappetto in tutta la città da ieri mattina, quando un sessantenne residente in città avrebbe...

PISA. Sul tavolo avrebbe lasciato solo un biglietto: «La faccio finita, mi butto nell’Arno». Ricerche a tappetto in tutta la città da ieri mattina, quando un sessantenne residente in città avrebbe scritto di proprio pugno quelle sette terribili parole che fanno presagire al peggio.

Secondo una prima ricostruzione l’uomo, da circa un anno, si trova agli arresti domiciliari per violenza sessuale. Questa l’accusa nei suoi confronti. Ieri – verso mezzogiorno – è scattato l’allarme. Il biglietto sarebbe stato lasciato in cucina, all’interno dell’abitazione – che non rendiamo identificabile per non rendere riconoscibile la persona – dove il sessantenne è agli arresti domiciliari, nel comune di Pisa.

Gli agenti delle volanti della polizia di Stato della questura cittadina lo hanno cercato per tutto il giorno. Non si sono mai fermati, ma almeno fino a ieri sera non erano ancora riusciti a trovarlo.

Immediato il sopralluogo in tutti i lungarni cittadini: dal centro, al ponte sull’Aurelia, fino

al lungarno Guadalongo e alle Piagge. I poliziotti hanno perlustrato i quartieri limitrofi alla sua abitazione, poi si sono spostati in stazione per verificare che non fosse salito su qualche treno. Di lui, fino a ieri sera, non c’era ancora nessuna traccia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro