Quotidiani locali

UNIVERSITà

Prima in graduatoria, ma la ricercatrice non diventa docente

Beffa per l’autrice della denuncia in Procura sulla selezione “aggiustata”. La sindacalista dell’ateneo: «Vicenda inquietante e surreale»

PISA. Quella selezione che nel novembre 2016 aveva portato il vincitore a ottenere la cattedra, poi annullata dal Tar, di Economia aziendale, a distanza di oltre un anno e mezzo si è risolta in un nulla di fatto. Non che mancasse un giudizio dei commissari. Nella valutazione dei due concorrenti la dottoressa Giulia Romano, autrice del ricorso, ha totalizzato 76 punti, mentre Simone Lazzini (già assegnatario del posto) si è fermato a 72. Una fotografia che avrebbe dovuto tradursi nella proposta del dipartimento di Economia e management al consiglio di amministrazione dell’ateneo di assegnare la cattedra alla ricercatrice Romano, 39 anni, di Livorno. E, invece, nella selezione già finita al Tar e al Consiglio di Stato e poi anche oggetto di un’inchiesta della Procura con tre docenti indagati per abuso d’ufficio, ma anche colpita da un’emorragia di abbandoni (almeno 8) da parte dei professori indicati in commissione, arriva l’ultimo colpo di scena. Il dipartimento non ha presentato alcuna proposta di chiamata. Insomma, avrebbe deciso di non decidere. Come se la selezione non fosse servita a coprire un posto per il quale era chiara la necessità di aumentare l’offerta didattica con relativa copertura finanziaria già a bilancio. Che quel posto doveva essere coperto il dipartimento lo ha certificato con l’assegnazione nel novembre 2016. Cos’è cambiato nel frattempo? La ricercatrice livornese ha fatto scrivere dal suo legale al rettore Paolo Mancarella. Una sorta di diffida nella quale si ricorda che in passato nei verbali del dipartimento si sottolineava la carenza di organico per Economia aziendale. Va da sé il rimando al posto già assegnato - quindi la cattedra serviva è il ragionamento della ricercatrice - procedura poi bocciata dal Tar perché illegittima. In conclusione l’avvocato della prima candidata in graduatoria si appella al rettore per ripristinare una situazione, a suo parere, di evidente contraddittorietà.

leggi anche:

Si dichiara di aver bisogno di un docente, si fa una selezione, c’è una vincitrice risultata idonea e il dipartimento che fa? Non la propone per il posto. «È una cosa assurda» denuncia la professoressa Anna Iuliano, segretario locale dell’organismo sindacale del Comitato nazionale universitario. «Senza la proposta del dipartimento il consiglio di amministrazione non ha potuto procedere alla ratifica della nomina – spiega –. Se entro due mesi dall’approvazione degli atti, diciamo fine luglio, il dipartimento di Economia e management non procederà a una chiamata, per i prossimi due anni quel settore non potrà chiamare nessuno per quel ruolo a livello di professore ordinario. Con la chiamata della dottoressa Romano, il settore avrebbe aumentato la propria capacità didattica di 120 ore mensili. È una scelta davvero incomprensibile». Il retropensiero di aver preferito rinunciare a coprire la cattedra pur di affidarla a chi ha fatto ricorsi ed esposti in Procura contro una selezione “aggiustata” a tavolino per favorire l’altro concorrente, è un aspetto che la professoressa Iuliano non vuole neanche prendere in considerazione. «Non voglio pensare male – aggiunge –. Purtroppo non è obbligatorio trasmettere i verbali al Cda dell’ateneo che non entra a gamba tesa nelle decisioni dei dipartimenti e lascia l’autonomia prevista dalla legge Gelmini. Sarebbe un’ingerenza non gradita. Ho seguito la vicenda e devo dire che ha aspetti inquietanti. Si attesta il bisogno di aumentare l’offerta didattica, ci sono le risorse, ma non si capisce perché si è arrivati a questa conclusione. Senza la proposta di chiamata entro fine luglio il dipartimento si preclude la possibilità di avere ordinari per quella materia. Potrà chiamare solo associati. Come referente locale del sindacato ho già contattato il presidente nazionale. Qualcosa faremo in questa storia davvero surreale». ©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro