Quotidiani locali

Carabinieri presi a pugni dai venditori abusivi. Il ministro Salvini: "Tolleranza zero" - Video

Pisa: un gruppo di senegalesi si scaglia contro i militari in via Vecchia Barbaricina. Erano state appena prese 160 borse contraffatte. Naso rotto a uno dei colpiti

Pisa: venditore abusivo prende a pugni un carabiniere In un video pubblicato su Facebook un gruppo di senegalesi si scaglia contro i carabinieri dopo un sequestro di borse contraffatte. Nelle immagini riprese da un passante - siamo in via Vecchia Barbaricina a Pisa - si nota uno dei venditori abusivi colpire con un pugno uno dei militari - L'ARTICOLO

VIDEO. L'aggressione al carabiniere

PISA. Picchiati dopo aver sequestrato merce contraffatta. Aggrediti da decine di senegalesi furiosi per aver perso almeno 160 borse piazzate sui teli stesi sulla strada. Il livello di tensione nell’ambiente degli abusivi arriva al punto di contemplare pure l’assalto contro due carabinieri. È avvenuto nel primo pomeriggio martedì 5 in via Vecchia Barbaricina. Uno ha riportato la rottura del naso, l’altro lesioni alle costole. Presi a pugni e strattonati perché avevano tolto la mercanzia ai venditori, come si vede anche nel video.

IL SEQUESTRO E LA REAZIONE VIOLENTA

Un sequestro sostanzioso. Uno dei tanti che, come una goccia nel mare, periodicamente interrompe il flusso di illegalità che alimenta il commercio in strada dei venditori illegali in via Vecchia Barbaricina e strade laterali a ridosso dell’area monumentale. Solo che nel primo pomeriggio di martedì decine di senegalesi, dopo l’arrivo di due pattuglie dei carabinieri del nucleo radiomobile, si sono ribellati a chi porta la divisa. E con un atteggiamento minaccioso il gruppo sempre più rumoroso ha circondato le auto dei militari. Loro, i carabinieri, “colpevoli”, di aver danneggiato il lavoro degli abusivi. Urla e proteste lungo la strada a due passi da piazza Manin dove lavorano gli operatori regolari del commercio pisano.

Attimi di tensione animati da una rabbia violento che ha fatto partire cazzotti e spintoni contro i militari. Un assalto con aggressione che ha portato i carabinieri in ospedale e gli autori a volatilizzarsi dopo il raid. Sono già iniziate le indagini per risalire agli autori. 

IL PRECEDENTE

Nella stessa zona, nell’agosto scorso, tre finanzieri finirono in ospedale dopo l’aggressione di alcuni abusivi. Identico il contesto, analogo l’epilogo. Sempre loro, gli abusivi, al centro della scena, protagonisti con la pretesa di essere pure indisturbati.

La scintilla dell’assalto fu la vista dei finanzieri, alcuni dei quali in borghese, impegnati in un’operazione anti-contraffazione. Gli abusivi schierati con borse, cinture e occhiali che da tempo stazionavano proprio davanti alle Poste si ribellarono. Cominciarono a inveire contro gli uomini delle forze dell’ordine fino ad ingaggiare con loro uno scontro fisico. I venditori coinvolti erano decine. Come accaduto ieri. Partono in due o tre e poi il gruppo si gonfia come in una chiamata collettiva per difendere le loro postazioni abusive. Anche martedì pomeriggio chi era in via Vecchia di Barbaricina ha allertato altri “colleghi” dislocati in altre zone di piazza Manin e fatto arrivare i rinforzi per reagire con la violenza a chi aveva sequestrato le borse taroccate.

IL MINISTRO SALVINI: "TOLLERANZA ZERO"

Pronto il commento su Facebook del ministro Matteo Salvini: "Venditori aggrediscono i carabinieri e durante un controllo ne mandano all’ospedale uno, al quale invio tutta la mia solidarietà e auguri di buona guarigione. Serve tolleranza zero: espulsioni per i clandestini e restituzione alle nostre città di un clima di legalità, questo è il mio obiettivo".

Tra le prime reazioni su social quella di Susanna Ceccardi , sindaca di Cascina. "Vicino all'ospedale Santa Chiara, un immigrato ha aggredito un carabiniere spaccandogli il setto nasale. È ancora più vergognoso che questo fatto sia avvenuto proprio nella giornata della festa dell'arma. Solidarietà al carabiniere aggredito. Vogliamo più regole per una città sicura e vivibile. Grazie ai carabinieri per il lavoro che svolgono quotidianamente, spesso in condizioni assurde e difficili.Cambieremo anche Pisa".

Il candidato sindaco del centrosinistra Andrea Serfogli esprime "vicinanza al carabiniere ferito e ferma condanna a ogni gesto violento contro chi rappresenta le istituzioni e si occupa ogni giorno della nostra sicurezza".

IL PREFETTO: "AUMENTEREMO I CONTROLLI"

Saranno intensificati i controlli e le misure di contrasto all'abusivismo commerciale intorno a piazza dei Miracoli, a Pisa, e nei pressi degli altri mercati cittadini. Lo ha deciso il comitato provinciale per l'ordine pubblico dopo il ferimento di un carabiniere aggredito da un gruppo di venditori abusivi senegalesi durante un blitz anticontraffazione in via Vecchia Barbaricina. Il prefetto Angela Pagliuca non ha voluto specificare quali servizi saranno predisposti per contrastare il fenomeno. Non escluso è che siano adottati anche servizi in borghese: nella zona gli abusivi agiscono spesso con l'aiuto di 'sentinelle' che segnalano l'arrivo delle forze dell'ordine.  

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro