Quotidiani locali

Vai alla pagina su Basta violenza sulle donne
Pesta la moglie e le punta il coltello: non potrà più vederla

Pesta la moglie e le punta il coltello: non potrà più vederla

Pisa: il marito, un 39enne pisano che viveva in centro, è stato colpito da un divieto di avvicinamento. Non potrà neanche comunicare con la donna

PISA. Gli hanno vietato di avvicinarsi alla moglie dopo essersi reso responsabile di condotte vessatorie e violente nei suoi confronti. Il 13 marzo, in un quartiere del centro di Pisa, la polizia di Stato ha dato esecuzione alla misura cautelare nei confronti di un trentanovenne pisano: per lui anche il divieto di comunicare alla donna con qualsiasi mezzo.
 
VIDEO. Femminicidi, le donne sono indifese: ecco i motivi
 
Femminicidi, le donne sono senza difese. Ecco i motivi La nostra giornalista Ilaria Bonuccelli ci spiega i vuoti normativi che ci sono nella difesa delle donne: dal nulla dopo l'arresto all'impossibilità di applicare il braccialetto elettronico anti-stalker perché la legge è scritta male (video a cura di Erika Fossi) - L'ARTICOLO PER APPROFONDIRE- FIRMA PER IL BRACCIALETTO ANTI-STALKER
 
Sin dall’anno 2014, ovvero dall’inizio della convivenza, l’uomo aveva già dato chiara dimostrazione del suo temperamento oltremodo violento, tanto da arrivare al culmine dell’ennesima lite a puntare un grosso coltello alla gola della donna. Le violenze e i comportamenti vessatori sono proseguiti anche dopo le nozze celebrate nel 2016, quando l’uomo, con problemi di dipendenza da alcol e di sostanze stupefacenti, impediva alla stessa di avere rapporti con la famiglia di origine, costringendola ad una sorta di isolamento, minacciandola di buttarla fuori di casa, arrivando a pretendere la rigorosa divisione delle spese di casa, malgrado le disagiate condizioni economiche nelle quali versava la donna.
 
Numerosi sono gli episodi contestati dai poliziotti della questura, durante i quali per futili motivi l’uomo scaricava la propria ira sulla moglie, tra i quali anche quello di non aver gradito il pasto, colpendola e cagionandole contusioni e lesioni agli arti superiori, tanto da indurla ad una sorta di soggezione psicologica. A seguito di indagini e accertamenti sulle dichiarazioni della donna, i poliziotti hanno potuto quindi dare esecuzione ad un provvedimento nato per tutelare le vittime e le persone offese e per prevenire ulteriori comportamenti violenti da parte dei loro persecutori.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro