Quotidiani locali

Aggredita nel ristorante dopo aver subito il furto

Pisa: disavventura per la titolare della Pergoletta di via delle Belle Torri, Daniela Petraglia: "Viene voglia di chiudere"

PISA. «Viene voglia di chiudere». A raccontare le ultime ore della ristoratrice Daniela Petraglia è difficile non comprendere lo sconforto che può portare un imprenditore a pronunciare una frase del genere. Lei ne ha di motivi. Non solo la titolare della Pergoletta, in via delle Belle Torri, nonché presidente di ConfRistoranti, nella notte tra ieri e domenica ha subìto un furto nel suo locale.

Rutinelli mostra i danni al locale
Rutinelli mostra i danni al locale

Lunedì 12 marzo, alle 10, un immigrato di colore è entrato nel ristorante, aperto per la riparazione della porta, ma che sarebbe stato chiuso di turno, e nel trovarsi la proprietaria faccia a faccia l’ha aggredita per poi scappare. Un dolore al polso per la lesione provocata dalla torsione violenta da parte del bandito. Nel giro di poche ore la ristoratrice si è ritrovata prima a dover rimediare a un furto - circa 500 euro del fondo cassa - sistemando il danno alla porta e, negli stessi attimi in cui cercava di mettere a posto il disagio dell’intrusione, si è ritrovata pure a fronteggiare un malvivente arrivato fin lì per rubare.

I soccorsi all'imprenditrice
I soccorsi all'imprenditrice

Un accanimento non si sa se pilotato dal destino, ma di sicuro figlio di un’ondata di microcriminalità che non sta risparmiando le attività commerciali del centro e dell’immediata periferia. Dolorante per il polso malconcio e sotto choc, Petraglia è stata soccorsa dal personale della Pubblica assistenza del Litorale. Non si è sdraiata sulla lettiga. Ha raggiunto a piedi l’ambulanza per il trasferimento al pronto soccorso.

VIDEO. Furti a Pisa: parlano i titolari dell'Agip tartassato dai ladri

Due furti all'Agip appena aperto: "Difficile andare avanti" Pisa, parla il titolare del distributore di via Conte Fazio Stefano Conforti: "Quattro raid in cinque mesi, stiamo riflettendo se continuare o meno" (video Stefano Taglione)


«Dopo cose del genere viene davvero voglia di stangare tutto e chiudere» confida al cronista prima di salire sul mezzo che la porta a Cisanello. Quando esce dal ristorante un’amica la rincuora. Un abbraccio per darle forza. A dare conforto a Daniela Petraglia è arrivato anche Massimo Rutinelli, vice presidente di Confesercenti e “collega” dell’aggredita con la proprietà de “Ir Tegame”, “Il Crudo” e di altri locali dedicati alla ristorazione.

VIDEO. Furti a Pisa: la Galleria Gerace presa d'assalto dai malviventi

Ondata di furti alla Galleria Gerace: parla un ristoratore Pisa: Chen Shujie è il titolare del ristorante giapponese Asuka. Lo sfogo: "Per evitare i ladri ogni notte devo portare tutto a casa?"


«Mi hanno detto che il tipo è stato visto arrivare in bici – spiega Rutinelli –. Di vista lo conosciamo, dovrebbe essere un nigeriano. Ha avuto uno scontro anche con il mio cuoco che lo aveva visto dentro il magazzino mentre prendeva dei cartoni. Purtroppo questa gente può contare sulla sicurezza dell’impunità. Noi no. Se sgarriamo di un centimetro nel suolo pubblico o per altre incombenze nel lavoro di tutti i giorni ci arrivano controlli e multe».

Anche la vicina piazza Ricasoli ha pagato il suo tributo agli assalti notturni. Una gelateria ha avuto un tentativo di effrazione alla porta. “Ir tegame” mostra una vetrina incrinata. Il vetro antisfondamento ha fatto il suo dovere. Il sospetto per gli operatori in zona che con il passaparola hanno ricostruito l’episodio di lunedì 12 e quelli dei giorni passati è che l’immigrato che ha assalito la ristoratrice possa essere il nigeriano arrestato dalla polizia nei giorni scorsi.

VIDEO. Furti a Pisa: il ladro a "Le Scuderie"

Pisa, furto alla pizzeria "Le Scuderie" Ecco il ladro ripreso dalle telecamere fuori dalla pizzeria "Le Scuderie" - L'ARTICOLO

Non solo aveva danneggiato cinque auto, ma si era scagliato contro un’infermiera del pronto soccorso e i poliziotti intervenuti a bloccarlo, anche in questura. Una persona con evidenti problemi psichici che, dopo la convalida dell’arresto, è stata rimessa in libertà. Uno dei tanti che quando si dice campare di espedienti significa rubare gli spiccioli lasciati nei locali. «Per prendere qualche moneta ci fanno danni per migliaia di euro» sintetizza Rutinelli.

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro