Quotidiani locali

Raid nel locale degli Anconetani: via una tv da 50 pollici

Pisa: i ladri hanno forzato l'ingresso della cucina del "Bistrot Romeo", sul lungarno Mediceo, rubando anche un pc. L'imprenditore: "Mi sento impotente"

PISA. Hanno forzato l’ingresso della cucina, che affaccia nella strettissima via Roncioni, portando via un cellulare, un computer, dei soldi e perfino un televisore da 50 pollici. Raid dei ladri nel "Bistrot Romeo" di Matteo Anconetani, il nipote dell’indimenticabile presidente del Pisa, Romeo Anconetani, al quale non a caso è dedicato il ristorante del lungarno Mediceo.

A raccontare il furto è direttamente l’imprenditore pisano, figlio di Adolfo, che negli anni d’oro dei nerazzurri ne era il general manager. «La mattina di domenica 11 febbraio quando siamo arrivati al lavoro abbiamo trovato la porta spalancata – dice Anconetani, che in serata ha subito riaperto il locale senza perdere un giorno di attività – e l’ufficio completamente a soqquadro. Mi sento affranto e impotente per quanto accaduto. Assistere a questi furti, per gli imprenditori che lavorano seriamente come me, è veramente frustrante. Non mi era mai successo».

L'accesso della cucina, da via...
L'accesso della cucina, da via Roncioni, violato dai malviventi


La delusione del ristoratore nasce «dall’inadeguatezza delle leggi italiane». «Il problema non è Pisa, dove comunque i problemi non mancano, ma l’Italia intera – spiega – perché se entrassero in vigore pene dure e certe anche per gli spacciatori e i ladri, forse queste cose succederebbero di rado. È chiaro che loro giocano su questo: provano a derubare noi commercianti perché sanno che facilmente, a distanza di qualche giorno dall’arresto, saranno già fuori. È il nostro sistema a permetterglielo. Non certo il sindaco di Pisa, il nostro questore o il prefetto».

Il Bistrot Romeo, fra l’altro, si trova proprio vicino alla prefettura, sul lungarno. Ma da fuori, a due passi dal fiume, non si nota nulla di strano. «Infatti sono passati dal vicoletto – conclude Anconetani – aprendo la porta della cucina che avevamo chiuso a chiave. Speriamo che almeno le telecamere del tribunale li abbiano inquadrati».
 

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro