Quotidiani locali

Sparatoria in un bar, 4 feriti: catturato il fuggitivo. Era in un casotto vicino casa

Ha sparato a 4 persone dopo un litigio per le impennate con la moto. Nel pomeriggio le forze dell'ordine hanno  accerchiato Palazzo Blu su Lungarno Gambacorti: falso allarme. Uno dei feriti salvato dal bottone del jeans.

Pisa, dal bar al nascondiglio: i luoghi della sparatoria La caffetteria Tirreno, la casa dove viveva Patrizio Giovanni Iacono e il suo nascondiglio in via Mantegna, sotto un camper: ecco i luoghi della sparatoria (video Stefano Taglione)

leggi anche:

VIDEO. Il bar dove è avvenuta la sparatoria

PISA. Catturato vicino casa sua il giovane di 21 anni residente a Pisa, Patrizio Giovanni Iacono, in fuga dopo avere sparato a quattro clienti di un bar nel quartiere Cep questa mattina, venerdì 9 febbraio ( mappa ). Dopo una giornata di fuga gli investigatori lo hanno ritrovato perché ha commesso un errore: ha acceso il cellulare e lo hanno individuato appena si è agganciato alla cella.

Pisa, ecco il bar dove è avvenuta la sparatoria Colpi di pistola e quattro feriti in un bar del quartiere Cep a Pisa. A scatenare la furia dello sparatore, un giovane pisano residente nella zona che si è dato alla fuga dopo l'esposione dei colpi, sarebbe stato un litigio per futili motivi, ovvero per le "impennate" del giovane con la sua moto (video Fabio Muzzi)

LA GIORNATA

L’episodio è accaduto intorno alle 11,30 di fronte all'ingresso del bar Tirreno di via Michelangelo. E a scatenare la furia dello sparatore, un giovane residente a Pisa, che si è dato alla fuga dopo l'esposione dei colpi, è stato un litigio per futili motivi: a bordo della sua moto il ragazzo è stato richiamato dagli avventori del bar, infastiditi dal rumore delle impennate lungo la strada. "Il ragazzo ha reagito - raccontano alcuni testimoni - tirando fuori una scacciacani. Poi se n'è andato".

Nessuno immaginava che di lì a poco avrebbe fatto ritorno con una pistola vera che ha puntato contro le persone di fronte al bar esplodendo alcuni colpi. Poi si è dato alla fuga.  Il ragazzo, appena ventenne, abita non lontano dal luogo della sparatoria da dove sarebbe fuggito a bordo di un'auto. Un sopralluogo è stato effettuato anche dal sostituto procuratore Paola Rizzo e dal procuratore capo Alessandro Crini.

La fotosegnaletica diramata dalla...
La fotosegnaletica diramata dalla polizia di Patrizio Giovanni Iacono

La polizia ha diffuso una fotosegnaletica di Iacono. La Questura nel corso della giornata ha diramato una ricerca di una Mercedes classe A nera modello vecchio targata DN488TM. Si tratta dell'auto della madre

I FERITI: UNO SALVATO DAL BOTTONE DEL JEANS

Sul posto le ambulanze del 118 e le forze dell’ordine. I feriti sono 4 e nessuno è in pericolo di vita: un pisano di 32 anni ferito alla coscia destra, un pisano di 47 anni anche lui colpito coscia e un cittadino straniero di nazionalità tunisina di 30 anni ferito al braccio destro. "Miracolato" un 47enne pisano: a salvarlo il bottone di un jeans, che ha fatto da scudo al proiettile.

VIDEO. La testimonianza / 1

Pisa, ottantenne colpito alla spalla non va all'ospedale: "Ho fatto la guerra non temo due revolverate" "Per un livido non vado all'ospedale. Ho passato la guerra, non avrò paura di due revolverate. Ormai non mi faccio più niente". Dopo essere stato lievemente ferito nella mattinata di paura nel quartiere Cep di Pisa, Giorgio Orsi, ottantenne storico residente della zona, è tornato al bar della sparatoria per bere un caffè e fumare una sigaretta: come se nulla fosse. "Ero qui stamani - dice appoggiandosi a un muro - che fumavo e facevo colazione. Mi ha preso nel braccio". "Un po' mi sono spaventato - ha continuato nel suo racconto - c'era una scia di sangue che sembrava avessero ammazzato un maiale". Dopo diverse ore in caserma per la sua deposizione, Giorgio pare provato, con il giaccone sporco di caffè che si è versato addosso durante la sparatoria: "Mi hanno dato un pezzo di torta e una bottiglia d'acqua, son soddisfazioni"di Andrea Lattanzi

L'ALLARME IN CENTRO

Verso le 13,30 carabinieri e polizia hanno accerchiato Palazzo Blu sul Lungarno Gambarcorti. Dopo una segnalazione infatti si credeva che all'interno ci fosse il ventenne autore della sparatoria. Il traffico è stato bloccato e la zona è stata praticamente irraggiungibile per motivi di sicurezza. Dopo l'accerchiamento però si è capito che in realtà si trattava di una falsa pista.

VIDEO. Le forze dell'ordine circondano Palazzo Blu alla ricerca del fuggitivo

Sparatoria in un bar a Pisa: le forze dell'ordine circondano Palazzo Blu Carabinieri e polizia hanno accerchiato Palazzo Blu su Lungarno Gambarcorti. Una segnalazione, poi rivelatasi fasulla, aveva indicato che dentro c'era il ventenne autore della sparatoria Caffetteria Tirreno del Cep. Il traffico è stato bloccato e la zona è rimasta irraggiungibile per motivi di sicurezza (video Muzzi) - L'ARTICOLO

STUDENTI TRATTENUTI PER SICUREZZA IN AULA

Le forze dell'ordine, dopo l'azione sul Lungarno, hanno proseguito la caccia all'uomo in città: al suono dell'ultima campanella al liceo Carducci in piazza S.Caterina e anche al liceo Russoli vicino piazza dei Cavalieri gli alunni sono stati trattenuti in classe per mezz'ora  in più per evitare rischi, visto che l'uomo era ancora in giro. Sono state le forze dell'ordine a contattare la scuola per ragiondi di cautela.

Nel corso delle indagini si è capito che il giovane vive insieme alla madre nel quartiere Cep e secondo quanto si è appreso, le pistole utilizzate da Iacono per ferire i clienti del bar sarebbero entrambe illegalmente detenute e probabilmente provenienti dal mercato nero e con matricola abrasa.

 

VIDEO. La testimonianza / 2

Follia in un bar a Pisa, la testimonianza: "Ha iniziato a sparare all'impazzata" Parla uno dei clienti del bar che ha assistito alla sparatoria nel bar del Cep, a Pisa (video Fabio Muzzi) - L'ARTICOLO

VIDEO. La testimonianza / 3

Pisa, il testimone della sparatoria: "Sparava alle gambe senza proferire parola" Edoardo è un frequentatore del bar di Pisa dove un giovane italiano ha colpito a freddo quattro persone, ferendole. "Gli hanno detto di non impennare con la moto perché passano i bambini - racconta - e lui ha tirato fuori la scacciacani colpendo una persona. Dopo è tornato con una calibro 22 e li ha mandati all'ospedale". Attorno al bar e nel quartiere Cep i carabinieri proseguono nei rilievi - L'ARTICOLO video di Andrea Lattanzi

 

VIDEO. I rilievi della scientifica

Sparatoria in un bar a Pisa: i rilievi della scientifica Un giovane, dopo una banale lite, ha sparato a quattro clienti di un bar nel quartiere Cep ferendola. Qui il lavoro della scientifica (video Muzzi) - L'ARTICOLO

  • LE FOTO

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori