Quotidiani locali

Deruba e minaccia una donna: preso grazie a una foto del telefonino

Pisa: borseggiatore arrestato dalla polizia per tentata rapina. Fondamentale lo scatto di un passante allarmato dalle urla della vittima

PISA. Nel pomeriggio del 12 gennaio la polizia di Stato di Pisa ha tratto in arresto un tunisino per tentata rapina.  Intorno alle 14.30 la sala operativa della questura ha ricevuto una richiesta d’aiuto sulla linea 113 di una cittadina che aveva, da poco, subìto un tentativo di borseggio in via Pilla.
 
La donna, mentre conduceva a piedi la propria bicicletta con la borsa legata al manubrio, non si era avveduta della presenza alle proprie spalle di un soggetto che, da alcuni metri, la stava pedinando. A un certo punto, mentre era intenta a posteggiare il mezzo, ha avvertito una “strana presenza” alle spalle e, voltatasi, ha visto un soggetto di carnagione scura che teneva in mano il suo portafoglio.
 
Il malvivente, sebbene colto in flagranza, non è rimasto per nulla intimorito e ha iniziato a minacciare la donna avvicinandosi alla stessa e facendole il segno con il dito di rimanere in silenzio. La signora, al contrario, ha iniziato ad urlare a squarciagola, attirando l’attenzione di numerosi passanti e mettendo in fuga il malvivente, che nel frattempo aveva abbandonato il portafoglio a terra. 
 
Un passante presente lì sul posto è riuscito a scattare una foto col telefonino. Dopo la chiamata della donna al 113 due pattuglie della Squadra volante della questura, diretta dal Commissario capo Fabrizio Valerio Nocita, si sono precipitate sul luogo dell’accaduto e tramite le informazioni acquisite dalla vittima e dai presenti, sono riusciti ad intercettare dopo qualche minuto a meno di un chilometro un soggetto corrispondente alla descrizione dell’autore fornita dalla vittima.
 
Attraverso la foto scattata dal passante al malvivente in fuga, è stato possibile per gli investigatori della Squadra volante procedere all’arresto. Infatti, dall’istantanea, sarebbero emersi dettagli significativi dell’abbigliamento indossato dal malfattore al momento della rapina: le scarpe con la suola marrone e la scritta bianca sul giubbino nero, trovati ancora indosso al magrebino, fermato pochi minuti dopo a meno di un chilometro di distanza dal luogo dell’evento.
 
Lo straniero, con numerosi precedenti, è stato tratto in arresto dagli uomini della Squadra volante per tentata rapina. Il pm di turno ha disposto
la traduzione in carcere in attesa della convalida. Al vaglio degli investigatori anche la posizione di un connazionale del magrebino arrestato, presente nei luoghi al momento dei fatti che, dopo l’azione delittuosa posta in essere del connazionale, si sarebbe dato alla fuga con lui.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik