Quotidiani locali

area stazione

Furto all’Urp, denunciati i due autori

Trovati dagli agenti in un furgone rubato. Arrestata dalla Polfer una borseggiatrice

PISA. Li hanno trovati di pomeriggio in un furgone, rubato a Filettole, e parcheggiato in via Vespucci. I poliziotti se ne sono accorti per quelle oscillazioni del veicolo spiegabili solo con la presenza di persone all’interno. Erano in due, immersi tra rifiuti e siringhe appena usate. Dopo un controllo sull’identità e alcune verifiche, attraverso le immagini della videosorveglianza, gli agenti hanno contestato a entrambi il furto avvenuto nei giorni scorsi all’Urp del Comune. Per entrambi, uno di 38 anni originario di Trento, l’altro di 27 di Cesena, dopo la denuncia per ricettazione e furto, è stato emesso il foglio di via da Pisa. Il furgone, rubato un mese fa, è tornato nella disponibilità del proprietario. L’intervento a lieto fine rientra nei servizi di controllo avviati dalla polizia in zona stazione su disposizione del questore Paolo Rossi. Gli agenti delle volanti e del reparto prevenzione crimine di Firenze, coordinati dal commissario capo Fabrizio Valerio Nocita, sono stati impegnati nelle aree adiacenti lo scalo ferroviario con la priorità delle zone più colpite dal degrado. Intorno alle due del pomeriggio si sono imbattuti in via Vespucci in un furgone Peugeot di colore giallo. L’oscillazione li ha insospettiti e con il riscontro , dalla targa, che il mezzo era rubato hanno deciso di aprire il portellone. Dentro c’erano due persone, conosciute come tossicodipendenti e con numerosi reati soprattutto furtarelli, senza fissa dimora a Pisa. Poi la collaborazione tra questura e Reparto Antidegrado della polizia municipale, ha portato a un altro risultato. I due sono stati riconosciuti, dopo essersi stati ripresi dalle telecamere a circuito chiuso del Comune, come gli autori del furto all’interno dell’ufficio pubblico la notte del 4 gennaio. Il colpo fruttò 240 euro. E sempre in area stazione gli agenti della Polfer hanno arrestato una nomade di 16 anni per rapina impropria ai danni di una turista coreana. Solito il luogo e identica la tecnica. La turista, bagagli in mano, stava salendo sul treno che l’avrebbe portata a Firenze quando si è vista sfilare il portafogli dalla nomade che qualche istante prima si era resa disponibile ad aiutarla con i bagagli. La 16enne, però, non ha fatto i conti con la particolare destrezza e tenacia della vittima che con un gesto fulmineo è scesa dal treno e, nonostante la calca degli altri viaggiatori, l’ha bloccata mentre tentava di allontanarsi via con il portafogli con 1000 euro. La scena non è sfuggita agli agenti Polfer che sono intervenuti mentre la giovane nomade

reagiva alla presa della vittima al punto da procurarle varie escoriazioni alle mani. La ragazza, proveniente dal campo rom di Genova, è stata arrestata e affidata al Centro di prima accoglienza per minorenni di Firenze. Infine, è stato arrestato un italiano che deve scontare 4 mesi.(p.b.)

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik