Quotidiani locali

A Pisa il nuovo questore Paolo Rossi: "Sono strafelice"

Il capo della polizia, livornese, si presenta alla città dopo due anni a Prato: "Spero che il mio impegno sia utile per tutti"

Pisa, si insedia il questore Paolo Rossi: "Sono entusiasta" "Spero che il mio impegno sia utile per la città. Pensavo di stare più tempo a Prato, ma arrivare a Pisa mi entusiasma", sono state alcune delle sue prime parole (video di Stefano Taglione)

PISA. Ha appena preso servizio e si è presentato a tutta la città. Arriva a Pisa, dopo due anni a Prato, il nuovo questore Paolo Rossi, 59 anni, livornese. E il sindaco Marco Filippeschi lo ha incontrato nella mattinata di lunedì 8 gennaio per un saluto istituzionale. Rossi sostituisce il suo predecessore Alberto Francini, che si trasferisce in Sicilia, a Catania.

Paolo Rossi, laureato in giurisprudenza a Pisa, dopo aver lavorato alla Polaria nel 1989 e a Genova per diversi anni, dove ha svolto il ruolo di ispettore della Digos, ha ricoperto il ruolo di capo della squadra mobile a Livorno, segnando risultanti postivi sia nel contrasto al traffico internazionale di sostanze stupefacenti ma anche nel settore dell’ordine pubblico. 
 
Promosso dirigente superiore nel 2015, è stato poi assegnato all’ufficio centrale ispettivo del dipartimento della pubblica sicurezza a Roma. Nel gennaio 2016 la promozione a questore di prima nomina a Prato e a dicembre 2017 la promozione a dirigente generale, con la nomina alla questura di Pisa.
 
Nell’incontro, a cui ha partecipato anche il comandante della polizia municipale Michele Stefanelli, il sindaco Filippeschi ha esposto le principali criticità relative alla questione della sicurezza in città, garantendo un impegno alla piena collaborazione istituzionale e ha espresso l’augurio di un buon lavoro a nome di tutta la città.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro