Quotidiani locali

Buchi sul pavimento e impianti difettosi alla biblioteca Sms

Da oltre un mese inaccessibile la terrazza all’ultimo piano  Scarsa manutenzione nonostante il numero di frequentatori

PISA. La biblioteca comunale Sms, costata 3,8 milioni di euro e inaugurata nel marzo 2013, è uno dei luoghi pubblici più frequentati dalla città. I dati relativi al 2016 parlano chiaro: 158.000 le presenze, 180 gli eventi organizzati, per bambini e adulti; 9000 gli iscritti e 46.000 i volumi a disposizione, di cui 8000 per ragazzi.

Numeri che evidentemente non bastano al Comune per garantire all’edificio una manutenzione costante o almeno proporzionata alle esigenze. Da oltre un mese la terrazza esterna all’ultimo piano è chiusa al pubblico a causa del pavimento sconnesso.

«In quattro anni non è stato effettuato alcun intervento per evitare che il rivestimento in legno si deteriorasse», dicono i dipendenti. E in effetti basta guardare per terra per scorgere dei buchi potenzialmente pericolosi. «È un vero peccato dover privare il pubblico di uno spazio esterno molto frequentato e apprezzato; rimarrà chiuso fino a quando non saranno effettuati i dovuti interventi di riparazione», dicono i lavoratori.

La mancata cura della terrazza non è l’unico problema della struttura: l’estate scorsa un complesso guasto alla centralina elettrica provocò la chiusura dell’edificio per circa due settimane. Il sistema elettrico fu ripristinato parzialmente (le luci all’ultimo piano sono state sistemate solo una settimana fa), mentre sussistono ancora problemi ad una delle due porte di accesso e all’impianto di condizionamento e riscaldamento. Viene da chiedersi cosa accadrà con il freddo che ormai sembra essere arrivato.

La SmsBiblio è un centro culturale unico nel suo genere: un luogo moderno e accogliente, gestito da personale competente e disponibile; si tratta di uno spazio aperto a bambini e adulti, che quotidianamente affollano i tre piani del plesso edificato dove prima sorgeva il “Macchia Nera”. Senza una strategia politica chiara e i giusti investimenti, però, la biblioteca rischia di diventare una “cattedrale nel deserto”, come lo è attualmente il polo espositivo Sms che si trova nelle immediate vicinanze. Costruito sulle Piagge con fondi pubblici pari a 4.670.000 euro e inaugurato nel 2009, oggi non presenta un’offerta culturale programmata. L’adiacente “centro per le arti” è stato aperto al pubblico a settembre e ospita una suggestiva opera dell’artista Ugo Nespolo. Il polo è solo sporadicamente sede di eventi, mentre il bar al suo interno è chiuso da anni.

La situazione in cui versa la biblioteca è oggetto di un’interpellanza presentata da “Una città in Comune”,
movimento politico che si è fatto portavoce delle numerose segnalazioni ricevute. I consiglieri comunali Ciccio Auletta e Marco Ricci chiedono al sindaco e alla giunta quanto saranno effettuati e da chi i lavori sulla terrazza.

©RIPRODUZIONE RISERVATAL’edificio

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori