Quotidiani locali

Aggredito fuori dal locale: cade e picchia la testa

Grave trauma cranico per un dipendente dell’Azienda ospedaliera. Uno screzio banale sul lancio di petardi all’origine della lite violenta

VECCHIANO. Di banale c’era solo la discussione fuori da un locale. Quello che poteva concludersi in un dramma vero è avvenuto dopo. Con quella spinta, accompagnata da una specie di sberla-pugno, che ha fatto perdere l’equilibrio a un 58enne finito a terra picchiando la testa.

Non una contusione da poco. Una commozione cerebrale grave che ha trasformato un’aggressione in un ricovero in ospedale di cui non si conosce ancora la data del ritorno a casa.

Non è in pericolo di vita, ma le condizioni sono ancora serie, Alessandro Mengali, 58 anni, originario di Vecchiano e da tempo residente a San Giuliano Terme. Dipendente dell’Azienda ospedaliera nel settore della logistica e manutenzione, Mengali ha subìto una lesione alla testa che al momento non fa dire ai medici quando potrà essere dimesso.

Continua a essere tenuto sotto osservazione per seguire l’evoluzione dei postumi del trauma cranico. La preoccupazione iniziale si è ridimensionata, anche se il paziente non sa ancora quando verrà dimesso.

L’episodio è avvenuto di sera, all’esterno di un locale in centro a Vecchiano. Non c’è una versione univoca sulla vicenda che di bocca in bocca sta facendo il giro del paese.

Lo scontro è avvenuto fuori dal pubblico esercizio dove Mengali e altri avventori erano stati poco prima della discussione degenerata in violenza. In strada erano stati esplosi dei petardi da alcuni giovani.

Il gruppetto che era nelle vicinanze si sarebbe sentito minacciato da quel botto improvviso e uno avrebbe reagito affrontando il dipendente ospedaliero ritenendolo responsabile del lancio del raudo. Non solo a parole. Non c’è stato il tempo di fermarlo e quando ha mollato il ceffone al 58enne ormai era troppo tardi. Mengali è andato giù come un sacco vuoto. E nel cadere all’indietro ha battuto la testa sull’asfalto. È successo tutto in pochi secondi. Una sequenza rapida che ha sfiorato il dramma partendo

da un battibecco innescato da un petardo.

Il personale dell’ambulanza inviata dal 118 ha prestato le prime cure all’uomo trovato sotto choc che è stato subito trasferito a Cisanello. Dell’episodio sono stati informati anche i carabinieri.


 

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista