Quotidiani locali

Scieri, la procura militare verso la riapertura di una indagine interna

I magistrati dell'esercito hanno chiesto gli atti alla commissione parlamentare d'inchiesta

PISA. La procura militare di Roma ha chiesto alla Commissione parlamentare di inchiesta sulla morte del parà Emanuele Scieri, avvenuta il 14 agosto 1999 nella caserma Gamerra di Pisa, gli atti che sono già stati trasmessi alla procura ordinaria della città toscana per valutare la riapertura dell'inchiesta sull'omicidio della giovane recluta. Lo ha confermato all'Ansa lo stesso procuratore militare, Marco De Paolis.

Proprio grazie al lavoro della commissione parlamentare presieduta da Sofia Amoddio anche la procura di Pisa ha da poco riaperto un fascicolo sul caso. Grazie ad un lavoro durato due anni, la commisione ha fatto emergere tante e tali novità da imporre una riapertura di una inchiesta archiviata per due volte. Fra i nuovi elementi riscontrati dalle testimonianze dei commilitoni ascoltati, anche il fatto che vicino alla

torre in cui fu ritrovato il corpo del paracadutista siracusano ci fosse un magazzino che veniva frequentato abitualmente dagli "anziani". Un partoicolare che smentisce la versione sempre offerta dalle ricostruzioni precedenti, e cioè che la zona del decesso fosse isolata e poco visibile.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista