Quotidiani locali

Vai alla pagina su Pisa calcio
Un vespaio di polemiche per il restyling dell’Arena

Ac Pisa 1909

Un vespaio di polemiche per il restyling dell’Arena

Accuse dopo l’intervento degli architetti: «No alle pressioni politiche o di lobby». La presidente dell’Ordine: «Nessuno ha scritto di voler fermare niente»

PISA. L’intervento dell’Ordine degli architetti sulla vicenda Arena Garibaldi ha innescato un vespaio di polemiche sui social network e non solo, con i tifosi schierati dalla parte della proprietà del club calcistico cittadino che ha intenzione di ristrutturare lo stadio attuale, mentre le previsioni urbanistiche comprendono la realizzazione di un nuovo impianto ad Ospedaletto.

L’ex vicepresidente del Pisa Calcio, Giancarlo Freggia, ha scritto su Facebook che «Corrado deve fare le sue scelte imprenditoriali senza nessuna pressione politica o di lobby. Credo veramente che l’uscita dell’Ordine degli architetti sia un autogol senza precedenti», suscitando un lungo dibattito con toni anche molto accesi.

Tanto che Patrizia Bongiovanni, presidente dell’Ordine, è intervenuta sulla stessa pagina riferendo di ingiurie e intimidazioni sulla sua segreteria telefonica e spiegando: «Ci siamo insediati, come nuovo consiglio, il 26 giugno e abbiamo posto alcuni punti di attenzione che auspichiamo il sig. Corrado consideri come contributo costruttivo con i suoi progettisti. Lo stadio è di proprietà pubblica, si inserisce in un quartiere tutelato dall’Unesco, che presenta un carico urbanistico già alto. Chiediamo qualità e partecipazione dei e per i cittadini tutti, perché la città è fatta di tifosi e di residenti. Lamentiamo un’occasione persa per un concorso internazionale, ma auspichiamo ogni forma di riqualificazione e di investimento nel territorio».

leggi anche:



Scrive Bongiovanni: «Qual è la paura di aprire un dibattito su un quartiere? Qual è la paura di un confronto davvero importante per la nostra città? Non siamo arroganti come qualcuno ci ha definito, ma abbiamo a cuore il bene pubblico». E poi l’Ordine degli architetti «non ha competenze per bloccare il progetto e la realizzazione dello stesso, fermo restando che nessuno ha scritto di voler fermare niente. E visto che qualcuno ha sottolineato la mia presenza in consiglio comunale, ricordo che è inutile strumentalizzare anche questa per facili campagne elettorali o denigratorie».

Contro l’intervento degli architetti si schiera Raffaele Latrofa, consigliere comunale nella lista Pisa nel Cuore: «Ma possibile che in questa città anche gli ordini professionali siano invasi dalla politica? Possibile che in presenza di un imprenditore sano che vuole investire in un’infrastruttura sportiva immediatamente si formi il partito del no?».

 

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Stampare un libro, ecco come risparmiare