Quotidiani locali

Con l'auto dentro il Serchio: due morti e un disperso - Foto - Video

La vettura ha abbattuto la spalletta del ponte a Ripafratta ed è volata nell'acqua. I sommozzatori hanno recuperato due corpi. Estratta l'auto dalle acque. Si cerca la terza vittima. I tre abitavano a pochi metri dal luogo dell'incidente

Tragedia di Ripafratta, il recupero dei corpi Un'auto ha sfondato il parapetto del ponte ed è finita nel fiume. Dentro c'erano tre persone che sono morte annegate (video Fabio Muzzi)L'ARTICOLO

SAN GIULIANO TERME. Tre giovani sono morti annegati in un'auto caduta nel fiume Serchio, a Ripafratta. Di due sono stati già recuperati i corpi, le ricerche del terzo corpo sono andate avanti fino al tramonto e riprendereranno alle prime luci di lunedì 20. A dare il primo allarme, la mattina di domenica 19, è stata una pattuglia di vigili urbani che si è accorta del parapetto del ponte sfondato e quindi dell'auto nel fiume, una Volkswagen Passat. A Ripafratta, nel comune di San Giuliano Terme (Pisa) è arrivata la squadra dei vigili del fuoco della sede centrale di Pisa. Sul posto, insieme ai vigili urbani, anche i sommozzatori dei vigili del fuoco da Livorno, autogru da Pisa e il nucleo specializzato nel soccorso nei fiumi.

Finora sono stati recuperati i corpi di Marius  Nicolae, 31 anni, e Cristian  Mircea 26 anni. Resta disperso  Lucian Cristea, 31 anni, che doveva trovarsi sull'auto e il cui corpo potrebbe essere stato trascinato dalla corrente verso il mare. A vuoto finora le perlustrazioni sul fiume alla ricerca del cadavere, mentre sono state accantonate le voci che si erano diffuse attraverso i familiari delle vittime della presenza a bordo di una quarta persona, un amico dei tre. Le vittime, di nazionalità romena, sono tra loro parenti.

Il recupero dell'auto precipitata la notte scorsa nel Serchio è stato particolarmente difficile anche perché il ponte non era in grado di sostenere il peso di un'autogru. Si è dunque fatto ricorso a verricelli e "palloni" gonfiabili per riportare la macchina in linea di galleggiamento. L'auto infine è stata estratta dalle acque.

Da ieri sera i tre giovani mancavano all'appello: abitano a cento metri dal luogo dell'incidente, in pratica una volta attraversato il ponte sarebbero arrivati a casa. I familiari attendevano il loro ritorno e, preoccupati per l'assenza, avevano già lanciato l'allarme in mattinata presentandosi a fare denuncia ai carabinieri di Pontasserchio. Alle operazioni di recupero hanno assistito anche il sindaco di San Giuliano, Sergio Di Maio, quello di Vecchiano Massimiliano Angori e i parenti e gli amici delle tre vittime.

Tragedia a Ripafratta, tre persone annegano nell'auto caduta nel fiume La vettura ha sfondato il parapetto del ponte ed è finita nell'acqua. L'intervento dei sommozzatori per recuperare i corpi (foto di Fabio Muzzi)L'ARTICOLO

IL PUNTO DELLA TRAGEDIA

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista