Quotidiani locali

Vai alla pagina su Pisa calcio
 Il nuovo stadio? L’Arena ristrutturata per sfruttare la magia della Torre

Ac Pisa 1909

Il nuovo stadio? L’Arena ristrutturata per sfruttare la magia della Torre

Il presidente Corrado: subito un aumento della capienza, e al più presto l’inizio dei lavori per un impianto "europeo"

PISA. Uno nuovo stadio? Certo. Ma dove esiste già. Ristrutturando ampiamente l’Arena (anche con la collaborazione di imprenditori pisani: il primo soggetto a cui chiedere una collaborazione sarebbe ovviamente la famiglia Madonna, ndr) e rendendola “vivibile” per tutta la settimana e non solo durante le partite di calcio. Il presidente del Pisa Giuseppe Corrado ha un’idea ben definita per il futuro dell’Arena Garibaldi, e intanto pensa ad aumentare subito la capienza dei settori popolari per venire incontro ai tanti tifosi che ora per forza di cose (ovvero un’agibilità molto limitata dell’impianto) non possono seguire il Pisa da vicino. Ieri ne ha parlato con il sindaco Filippeschi, oggi sarà a colloquio con il prefetto Visconti. L’obiettivo è tornare il più presto possibile ad almeno 11mila posti, aumentando con qualche intervento la capienza della gradinata e riaprendo ai pisani un settore laterale della curva Sud oggi inutilizzata, oltre a dare più disponibilità alle squadre ospiti nel lato opposto della stessa Sud.

VIDEO Corrado sul nuovo stadio

Corrado ha ufficializzato ieri il progetto in conferenza stampa: «Nella curva Sud sovvremo recuperare 700-800 posti per i nostri tifosi perché è un peccato per i tanti nostri tifosi che vogliono andare a vedere la propria squadra non abbiano accesso allo stadio».

«Oggi - spiega - dobbiamo fare due tipi di programmi, e avere qualche deroga per fare qualche spazio in più per fare dei lavori che si possano fare in fretta. Nel medio termine vogliamo partire con una nostra ristrutturazione, uno stadio avveniristico. La nostra idea è che la torre di Pisa a 800 metri sia il tramite di un afflusso di utilizzazione dell'intrattenimento dello stadio, non una volta ogni quindici giorni ma tutti i giorni».

Non è un’idea astratta, anzi: «Abbiamo già incaricato anche consulenti; tra l'altro un nostro socio è azionista di una società che ha fatto una trentina di stadi nel mondo. Noi vogliamo riuscire a portare più gente allo stadio almeno. Tra oggi e domani spero che le istituzioni che ci hanno dato l'impressione di essere ampiamente disponibili lo dimostrino con i piccoli lavori da fare. Non devono essere lavori grossi perché la prima partita in programma è tra 15 giorni. Se così sarà 2500 posti in più potrebbero già esserci».

leggi anche:

In occasione di Pisa-Ternana fra l’altro una grossa casa cinematografica lancerà proprio a Pisa la campagna pubblicitaria del suo nuovo film: nei prossimi giorni se ne saprà di più.

Anche il sindaco Marco Filippeschi ieri ha parlato dell’Arena: «Ho incontrato il presidente Giuseppe Corrado per fare il punto sull’esecuzione dei lavori in corso. Alla presenza di Stefano Nesi si sono affrontati in un primo esame i problemi da risolvere per aumentare la capienza dello stadio. Abbiamo concordato di aggiornare l’incontro ai prossimi giorni, dopo l’esito di verifiche che sono in corso da parte delle diverse istituzioni competenti». A breve ripartirà l’iter per la convenzione; «per progetti di più ampia prospettiva aspettiamo che la società abbia fatto i suoi approfondimenti. Naturalmente, ho detto che siamo molto interessati a valutarli per dare le risposte che spetta al Comune di dare».

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Stampare un libro, ecco come risparmiare