Quotidiani locali

Birra e letteratura: un racconto in locali e ristoranti

PISA. "Adamo e la birra" è un racconto di Carlo A. Martigli, uscito in questi giorni per Marchetti Editore. Ma non in libreria, bensì nei locali e nei ristoranti pisani: un libriccino appeso alle...

PISA. "Adamo e la birra" è un racconto di Carlo A. Martigli, uscito in questi giorni per Marchetti Editore. Ma non in libreria, bensì nei locali e nei ristoranti pisani: un libriccino appeso alle bottiglie del birrificio Artigiano Toscano di Montescudaio. Un modo insolito di avvicinarsi alla letteratura: «Siamo partiti dalla considerazione che in Italia si mangia bene, ma si legge poco - ha raccontato Vittorio Cotronei, uno dei soci del birrificio -. La nostra idea è che, associando dei racconti di qualità alla birra, un non lettore può andare al ristorante, trovare il libretto, leggerlo e magari il giorno dopo può andare in libreria e comprarsi un libro dell'autore che ha scoperto".

"Adamo e la birra" verrà presentato sabato 8 novembre alle 22 al caffè letterario Voltapagina, in occasione del Pisa book festival. E proprio dentro alla kermesse libraria cittadina è nato, due anni fa, il progetto "Birra e letteratura". Prima del racconto di Martigli, in quest'arco di tempo ci sono state altre tre pubblicazioni, a firma di Marco Vichi, Marco Malvaldi e Alessandro Scarpellini, che erano state stampate da Felici Editore. I testi pubblicati in precedenza non sono usciti dalla circolazione,

ma continuano ad essere diffusi, costituendo una sorta di piccolo catalogo. «I racconti di Vichi e Malvaldi sono acclusi alla birra chiara Carma, mentre quelli di Scarpellini e Martigli alla nostra rossa Tegola», ha spiegato Cotronei. (e.m.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista