Addio al ricercatore Aldo Menzione

Lutto nel mondo scientifico. Stroncato da un malore, è morto Aldo Menzione, ricercatore famoso e apprezzato a livello internazionale. Menzione era nato a Massa nel 1943 e si era laureato a Pisa

    PISA. Lutto nel mondo scientifico. Stroncato da un malore, è morto Aldo Menzione, ricercatore famoso e apprezzato a livello internazionale.

    Menzione era nato a Massa nel 1943 e si era laureato a Pisa in fisica.

    Aveva sempre svolto ricerca avanzata nei laboratori internazionali: l'esperimento Framm (1973-1980) al Cern sulla vita media del quark b; l'esperimento Clue finalizzato a trovare una tecnica di rivelazione degli sciami in aria prodotti dai raggi cosmici attraverso la luce Cherenkov; infine dal 1980 l'esperimento Cdf a Fermilab (Chicago) che ha portato, grazie al contributo fondamentale di Menzione, alla progettazione e alla costruzione del primo tracciatore che ha consentito la scoperta del quark top (1995) e aperto nuove strade alla fisica delle collisioni adroniche di altissima energia.

    Questo lavoro gli valse alcuni anni fa il premio Panosfky, prestigioso riconoscimento scientifico internazionale, «per il ruolo centrale nel concepire e utilizzare il tracciatore di precisione al silicio ai collider adronici, che ha portato a importanti progressi nella conoscenza del quark top e degli adroni contenenti quark beauty e charm», come si legge nella motivazione del premio.

    Aldo Menzione aveva sempre lavorato alle frontiere avanzate della fisica sperimentale delle alte energie, in particolare, negli ultimi tempi, alla ricerca dell'elusivo bosone di Higgs, recentemente scoperto grazie alla maggiore energia dell'acceleratore del Cern.

    L'impegno di una vita spesa per la ricerca - ricordano familiari e amici - aveva assunto forme diverse, creative e ricche di fantasia che aveva attinto a molteplici versanti della scienza e delle sue applicazioni, come l'ultima iniziativa sulle ipotesi operative contro l'erosione delle spiagge.

    Menzione - dicono ancora familiari e amici - ha avuto una vita ricca di soddisfazioni, affetti, famiglia, amici. Tutti ne sentiranno la mancanza.

    Menzione lascia la moglie Donata, i figli Maddalena e Nicola, i nipotini Anna, Livia, Clarissa e Zeno, i fratelli Ezio, noto avvocato, e Andrea, storico.

    I funerali saranno celebrati con cerimonia civile alla Pubblica Assistenza il 27 dicembre alle 11.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    24 dicembre 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ