Menu

Palazzo Matteucci torna a nuova vita

Ospiterà il dipartimento di Filologia dopo lavori durati due anni per un investimento di sei milioni di euro

PISA. Il rettore dell’ateneo pisano, Massimo Augello, ha inaugurato ieri Palazzo Matteucci che dopo un accurato intervento di restauro costato 6 milioni di euro e durato due anni, torna agli antichi splendori per esser la sede del nuovo dipartimento di Filologia, letteratura e linguistica.

L’occasione è stata propizia per il rettore di annunciare che «questa estate verrà inaugurata anche la nuova foresteria presso l’ex convento delle Benedettine», mentre sempre nel 2013 si aprirà il polo di chimica e l’investimento complessivo nel settore edilizia da parte dell’Università saliranno a circa 35 milioni di euro.

A fare da cicerone negli ambienti restaurati di Palazzo Matteucci c’era il professore Mauro Tulli, direttore del dipartimento.

Tanti ospiti hanno potuto visitare i nuovi spazi restaurati, tra cui i locali della biblioteca di Lingue e letterature moderne con i suoi 4.050 metri lineari di materiale bibliografico e 131 posti lettura. Di sicuro pregio artistico è poi l’aula magna con le decorazioni pittoriche rimaste per anni oscurate da un controsoffitto ligneo. Augello ha apprezzato molto il cortile interno riqualificato a spazio verde con alberature e sedute utilizzabili come posti lettura all’aperto.

«Qui viene voglia di studiare», ha detto il rettore.

Palazzo Matteucci, che si trova in piazza Torricelli a due passi da piazza Dante, è uno degli edifici più rappresentativi per la storia della ricerca scientifica all’Università di Pisa: fu edificato tra il 1841 e il 1844 per volontà di Carlo Matteucci, maestro di Antonio Pacinotti, che ottenne dal Granduca Leopoldo i mezzi necessari per la costruzione di un “nuovo teatro di Fisica”.

L’immobile, che ha ospitato la sede del dipartimento di Fisica fino al trasferimento nell’area della ex Marzotto, ha subito negli anni numerosi interventi di ampliamento volti a far fronte all’esigenza di adattare la didattica e la ricerca alle nuove tecnologie.

I recenti lavori hanno interessato il nucleo storico dell’edificio, nel quale si è operato con interventi di restauro e adeguamento funzionale e impiantistico.

Al piano terra di Palazzo Matteucci sono stati eseguiti interventi di ripristino degli spazi originari, destinati a ospitare le sale lettura e consultazione della biblioteca, mentre ai piani superiori sono stati ricavati gli studi del dipartimento, sale riunioni, l’Aula Magna e spazi per didattica a piccoli gruppi.

L’inaugurazione di ieri segue la consegna del polo didattico nell’ex stabilimento Guidotti e anticipa di poche settimane il taglio del nastro del grande polo didattico delle Piagge.

Come ha ricordato il rettore nel suo intervento, «gli investimenti nel campo dell’edilizia sono cresciuti in modo consistente negli ultimi anni, arrivando alla cifra di 24,5 milioni

di euro nel 2012, con la previsione di salire nel 2013 a circa 35 milioni».

Accanto alle nuove costruzioni e alle ristrutturazioni, l'ateneo ha dato nuovo impulso alla manutenzione ordinaria e straordinaria del suo patrimonio immobiliare.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare