Menu

Una mostra della Normale celebra l’Orlando Furioso

“Le donne, i cavallier, l'arme, gli amori, le cortesie, l'audaci imprese io canto”. Così ha inizio il poema cavalleresco di Ludovico Ariosto, L'Orlando furioso

PISA. “Le donne, i cavallier, l'arme, gli amori, le cortesie, l'audaci imprese io canto”. Così ha inizio il poema cavalleresco di Ludovico Ariosto, L'Orlando furioso. Un poema che ha incantato e ispirato generazioni intere e che verrà celebrato da sabato e fino al 15 febbraio al centro espositivo Sms in una mostra chiamata “Donne Cavalieri Incanti Follia”, curata dal Laboratorio Ctl della Scuola Normale.

Presentata nella Sala Azzurra della Scuola Normale la mostra sarà un viaggio attraverso le immagini dell´Orlando furioso, una sorprendente esposizione che ripercorre la fortuna nell'arte figurativa del poema ariostesco dal sedicesimo secolo ai giorni nostri. Saranno in esposizione le edizioni antiche del poema, le incisioni, le maioliche, le litografie, i dipinti, i pupi siciliani e i fumetti ispirati alle gesta dell'eroe pazzo per amore. Verrà anche proiettato l’adattamento televisivo di Ronconi con testo riadattato da Sanguineti, un grande momento d'arte all'interno della televisione pubblica.

Il giorno dell'inaugurazione vedrà la luce anche il nuovo lavoro murale di Gionata Gesi, in arte Ozmo. L'artista pisano di fama mondiale ha regalato un suo lavoro al centro espositivo ispirandosi proprio all'Orlando furioso.

VIDEO Vedi l'intervista a Ozmo

Durante la presentazione della mostra Lina Bolzoni, professore di letteratura italiana alla Scuola Normale nonché curatrice della mostra, si è dichiarata soddisfatta del lavoro che ha portato all'inaugurazione: «Abbiamo voluto questa mostra perché abbiamo fiducia nella forza dei grandi classici di parlare alla modernità: vuole essere un'operazione che parla ad un pubblico ampio. Abbiamo raccolto anche un archivio informatico sulle edizioni illustrate del poema che sarà consultabile pubblicamente; il testo dell'Orlando furioso ha una forza creativa che è riuscita ad attraversare i secoli e ha ispirato tutti dalla cultura delle grandi corti all'arte popolare».

L’assessore alla cultura, Silvia Panichi, ha aggiunto: «Questa mostra per

me è come una festa, un risultato meraviglioso di cultura, frutto di una sinergia tra enti diversi».

Sono intervenuti alla presentazione anche il direttore della Scuola Normale Fabio Beltram, il sindaco, Marco Filippeschi e il presidente della Fondazione Pisa Cosimo Bracci Torsi.

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro