Elettrodotto di Barbaricina, si abbatte il campo elettromagnetico

Cominciati i lavori di mitigazione della struttura ad alta tensione: l’obiettivo è ridurre le emissioni del 45%

    di Cesare Bonifazi

    PISA. Dopo oltre 10 anni di contenziosi legati alla presenza dell'elettrodotto dell'alta tensione che va da Porta a Mare fino a San Rossore, che ha prodotto l'inagibilità parziale della scuola primaria Toti, sono iniziati sabato scorso i lavori di mitigamento dell'area di Barbaricina, interventi tecnici che dureranno fino a domani.

    I lavori consistono in un intervento di mitigazione delle strutture dell'alta tensione che porteranno ad un contenimento del campo elettromagnetico prodotto dai tralicci elettrici fino al 45 per cento.

    Il quartiere di Barbaricina è attraversato, infatti, da una linea che, malgrado le preoccupazioni degli abitanti della zona, non ha mai superato i limiti di legge. Pertanto, non essendoci alcun obbligo da parte delle istituzioni, il Comune di Pisa si è preso carico di formulare, insieme all'Arpat, un progetto di che riducesse i livelli di esposizione presenti nel tracciato. L'intervento verrà a costare all’amministrazione 100.000 euro e interesserà oltre 100 abitazioni.

    A partire dal progetto di Arpat, Terna, operatore di energia responsabile del tratto, ha realizzato il progetto che ha in questi giorni la prima parte dell'esecuzione e che verrà concluso il 28 ottobre.

    «È un intervento molto atteso dal quartiere – dice il sindaco Marco Filippeschi, che ieri era presente sul posto – e siamo molto contenti perché la volontà di intervenire c'è sempre stata, era difficile trovare il modo ed era oneroso. Questo può essere un punto di equilibrio tra le varie istanze. Gli studi che abbiamo visto danno una garanzia di sicurezza».

    «Negli ultimi tempi – dice Beatrice Bardelli, ex presidente del comitato Anti-elettrosmog di Barbaricina - una sinergia tra persone è riuscita a dare il via a questa operazione superando la situazione iniziale in cui il Comune di Pisa non sembrava molto interessato al problema. Finalmente siamo arrivati ad una soluzione e siamo contenti dei risultati ottenuti dopo dieci anni di lotte».

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    07 agosto 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ