Quotidiani locali

Misericordia, stipendi con il contagocce

Appello dei Cobas al nuovo governatore perché faccia pressione sulle banche e le inviti a venire incontro alle esigenze dei dipendenti che eventualmente non riescano a essere puntuali nei pagamenti di mutui e prestiti

Il pagamento degli stipendi alla Misericordia di Pisa, alle prese con una gravissima crisi finanziaria e da poche settimane uscita da quasi un anno di commissariamento, «avviene con il contagocce». Lo affermano i Cobas che chiedono al nuovo governatore, Luigi Marchetti, «un intervento formale sulle banche perché non aumentino gli interessi a carico dei lavoratori e assicurino loro piccoli fidi in caso di ritardo nei pagamenti». Il sindacato, infatti, ritiene che debba essere proprio l'Arciconfraternita a «farsi carico di parte degli interessi per gli stipendi pagati in ritardo». I Cobas affermano di «comprendere la situazione in cui si dibatte la Misericordia» ma pretendono anche di avere risposte sul percorso per uscire dalla crisi. Nelle scorse settimane tutti i sindacati hanno accettato il piano di risanamento e sottoscritto i contratti di solidarietà con la riduzione del 33% dell'orario di lavoro per tutti i lavoratori. «Ma ora - spiegano i Cobas - bisogna avviare quel confronto auspicato sul futuro della Misericordia, proprio tra il Magistrato (una sorta di consiglio di amministrazione che governa l'associazione, ndr) e i rappresentanti dei lavoratori. I contratti di solidarietà non sono stati applicati in alcuni settori perchè una riduzione oraria è risultata incompatibile con l'organizzazione dei servizi e dei turni a dimostrazione che ogni ipotesi di risanamento non può concretizzarsi in tagli occupazionali». Inoltre i Cobas chiedono notizie precise sull'esito degli incontri avuti dai nuovi vertici della Misericordia «con banche e amministrazioni locali» per ottenere chiarimenti «sulla gestione dei servizi, alcuni dei quali in scadenza di appalto». E concludono con una richiesta ulteriore di incontro da calendarizzare a settembre anche se «prima è indispensabile una comunicazione formale entro Ferragosto per il pagamento degli stipendi». Nella foto la sede della Misericordia


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Tirreno
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.