Menu

L’unica squadra fuori dal comune

Due gruppi di combattenti si unirono sotto l’unica insegna della Fama alata

PISA. Nel 1604 una squadra di combattenti definita in “abiti villani detta de’ Calcesani” si batte nel Gioco e nel 1618, a testimonianza dell’importanza di questo centro nella manifestazione, ben due squadre si riferiscono a Calci: Calcesana e Val di Calci. Infine nel 1623 compare Calci.

L’impresa è la Fama alata, che suona la tromba e reca un ramo d’ulivo o, alternativamente, un serto di alloro con due tube incrociate. Calci è l’unica squadra del Gioco ad essere di un altro Comune rispetto a Pisa.

Una identità forte con la Valle Graziosa tanto da farle rivendicare il nome Calci invece di Calcesana con la quale era tornato nel 1982. Una battaglia vinta nel 1990 con il ritorno al nome storico e da quel momento un legame storico con il paese.

Non a caso dal 1991 al 2004 magistrato è stato quel Renzo Zucchini che della Valle Graziosa non è solo figlio ma anche storico e cantore. A lui si deve anche la nascita del Gioco del Mulino, parente strettissimo del Gioco del Ponte.

Sul ponte la squadra gialloverde ha avuto alterne fortune. Nelle sfida a sei combattimenti ha trovato per ben sei volte il Sant’Antonio senza mai vincere.

Tra le imprese sul ponte si ricorda una epica resistenza nel 1991 contro i Delfini, resistenza che consentì alla Parte di vincere alla “bella” proprio per lo sforzo che gli uomini di Marina dovettero sopportare per piegare Calci. Memorabile, infine, la sfida del 1994 quando Calci ebbe la meglio sui Dragoni in 11’47”.

Dal 1990 ad oggi solo due capitani hanno guidato la squadra gialloverde, Marcello Bartolomei prima, Nello Pellinacci adesso.

Ecco tutti i capitani dalla ripresa del Gioco

fino ad oggi: 1982 e 1983 Antonio Frosini; dal 1984 al 1986 Enrico Nuti; 1987 Luciano Pardini; 1988 Sandro Giannelli; 1989 Luciano Pardini; dal 1990 al 1998 Marcello Bartolomei; dal 1999 Nello Pellinacci. (d.b.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare