Menu

Il casting

Mian recluta bellezze per una fiction pisana

PISA Le duecento ragazze più belle d’Italia per tre giorni saranno in città per un casting: saranno selezionate le 35 più brave a cantare, ballare e recitare, per la fiction “Diventerà una star”. La...

PISA

Le duecento ragazze più belle d’Italia per tre giorni saranno in città per un casting: saranno selezionate le 35 più brave a cantare, ballare e recitare, per la fiction “Diventerà una star”. La regia è di Michele Fusco; e c’è lo zampino di Maurizio Mian, ex presidente del Pisa Calcio, che ha chiesto e ottenuto che le riprese siano effettuate in zona. Si comincia questa mattina e il calendario dei provini, che si svolgono all’Abitalia Tower Plaza hotel, ha una programmazione insolita: la mattina ci sono colloqui con gli psicologi e test attitudinali di canto, ballo e recitazione; il pomeriggio, invece, ci sono i vip (27 stanze prenotate in albergo solo per loro) che racconteranno la loro esperienza e sveleranno qualche trucchetto del mestiere. Fin qui tutto a porte rigorosamente chiuse.

La sera, infine, ci saranno spettacoli aperti al pubblico con le 200 ragazze protagoniste: è previsto un piccolo contributo per l’ingresso. Domani e domenica, stesso copione con altre prove e nuovi ospiti.

Per citare alcuni nomi: il produttore musicale Pietro Foresti, la cantante di “Dammi tre parole” Valeria Rossi, l’autore di “Domenica in” Luigi de Filippis, la cantante di Sanremo Jessica Brando, il vincitore di una delle ultime edizioni del “Più bello d’Italia” e tanti altri.

Dal casting usciranno anche quattro volti per un libro di Bruno Olivieri, noto nell’ambiente come “il fotografo delle dive”: infatti, il suo volume si intitolerà “Dive, vizi e virtù” (uscirà con Feltrinelli) e conterrà gli scatti di grandi star e, appunto, anche le immagini di queste nuove scoperte.

In tutto questo ancora non compare Maurizio Mian; il suo contributo diretto è un’ulteriore chance per le ragazze: ce ne sono altre cinque da “piazzare” e finiranno col diventare il volto di un nuovo progetto del marchio “Gunther”, dal nome del pastore tedesco di Mian che (per gioco) fu presidente del Pisa Calcio. Le prime indiscrezioni parlano di una campagna di comunicazione che avverrà tra i due lati dell’oceano Atlantico. O, meglio, fra le due ville di Mian: quella di Fauglia e quella di Miami in Florida. Il contributo discreto è tutto il suo giro di conoscenze fra i personaggi del mondo patinato, alcuni dei quali saranno presenti in questi giorni.

Il regista Fusco aveva accennato a questo progetto sin dall’8 giugno 2011, giorno dei funerali di Gabriella Gentili, la madre di Mian. Al rito funebre partecipò una comitiva proveniente

da Milano (concorrenti del Grande Fratello, indossatrici, modelli e produttori) capitanata dallo stesso Fusco. Nella settimana successiva il gruppo si ritirò a casa Mian e pose le basi per sviluppare questa iniziativa.

Gianluca Campanella

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro