Menu

Cardiochirurgia, intervento innovativo su un paziente quasi 90enne

PISA. Per la prima volta in Toscana nei giorni scorsi è stato effettuato a Pisa, al Dipartimento cardiotoracico dell'ospedale di Cisanello, un innovativo intervento ibrido di posizionamento di una bioprotesi valvolare aortica auto-espandibile premontata su catetere, con accesso vascolare diretto all'aorta ascendente attraverso una mini-toracotomia. L'impianto di queste bioprotesi - per il quale l'Emodinamica dell'Aoup, diretta dalla prof.ssa Sonia Petronio, è ai vertici europei - avviene di solito in pazienti con stenosi aortica ad alto rischio operatorio per l'intervento classico di sostituzione valvolare aortica per via chirurgica. L'accesso vascolare per l'impianto trans-catetere è comunemente attraverso l'arteria femorale destra o sinistra; in alternativa, possono essere utilizzati l'accesso dalla arteria succlavia destra o sinistra, l'accesso attraverso l'apice del ventricolo sinistro, e, ultimo nato, l'accesso attraverso l'aorta ascendente.
Questo tipo di accesso, proposto alcuni mesi fa dai cardiochirurghi dell'ospedale Niguarda di Milano, è stato eseguito a Pisa dai dott. Giovanni Scioti e Stefano Pratali della Cardiochirurgia dell'Aoup, in collaborazione con l'équipe della prof.ssa Petronio e con l'equipe della Cardioanestesia. Il paziente, un arzillo signore di 87 anni,
ha superato bene l'intervento mini-invasivo e concluderà la degenza prima di Natale. L'intervento rappresenta una efficace dimostrazione di come la collaborazione multidisciplinare all'interno dell'Aoup consenta di raggiungere obbiettivi assistenziali e di ricerca clinica di assoluta eccellenza.

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro