Quotidiani locali

Inaugurato in via Trieste il primo lotto del “Polo ex Guidotti”

La nuova struttura ospita al primo piano anche un polo didattico di Ateneo con 8 aule, 276 posti e attrezzature multimediali

PISA. Dal complesso monumentale del San Matteo a una struttura moderna e funzionale, che va incontro alle esigenze della didattica. È stato inaugurato questa mattina in via Trieste il primo lotto del “Polo ex Guidotti” dell’Università di Pisa, dove si sono appena trasferiti il dipartimento e la biblioteca di Storia delle Arti con i suoi settantamila volumi. La nuova struttura ospita al primo piano anche un polo didattico di Ateneo con 8 aule, 276 posti e attrezzature multimediali. Un’area della città viene recuperata e destinata alle attività universitarie, a cui presto si aggiungerà un ulteriore importante polo didattico di Ateneo. All’inaugurazione erano presenti il rettore Massimo Augello, il sindaco Marco Filippeschi, il direttore del dipartimento di Storia delle Arti Marco Collareta, il prorettore agli studenti Rosalba Tognetti e il prorettore all’edilizia Sandro Paci.

I lavori, iniziati tre anni fa, hanno riguardato la ristrutturazione dei due principali fabbricati dell’ex complesso industriale, che ora ospitano a piano terra la biblioteca e, al primo piano, il polo didattico di Ateneo, parte dei locali del dipartimento e la sede del progetto multidisciplinare MAPPA, che studia come sviluppare strumenti di calcolo predittivo applicabili al potenziale archeologico di un’area urbana. L’intero secondo piano è destinato a 16 uffici per i docenti e per il personale tecnico/amministrativo, ai 7 laboratori del dipartimento (il laboratorio immagini, la mediateca, la fototeca, il laboratorio di montaggio, il laboratorio audiovisivi, il laboratorio sviluppo e stampa, la sala posa, tutti dotati delle relative attrezzature) e a una sala riunioni. Il piano seminterrato ospita inoltre i depositi dei reperti archeologici derivanti dalle attività scientifiche di scavo condotte dai diversi gruppi di ricerca dell’Ateneo.

Il costo complessivo di questo primo lotto di lavori di ristrutturazione è stato di circa € 4.400.000. La biblioteca di Storia delle Arti si sviluppa su una superficie di circa 880 mq ed è dotata di oltre 1.500 metri lineari di scaffalature. Oltre alle 94 postazioni di lettura e consultazione disponibili nel normale orario di apertura, i locali ospitano anche una nuova sala studio, con 32 postazioni, aperta dal lunedì al venerdì dalle 20 alle 24 e a disposizione di tutti gli studenti dell’Ateneo. Nell’intera area bibliotecaria, come anche nelle altre aule del Polo, è disponibile l’accesso wireless alla rete di Ateneo.

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Tirreno
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.