Menu

Il direttore dell’ufficio scolastico regionale ha sbloccato i fondi per il Matteotti

Salvati i corsi serali, il prof ha vinto

Altieri ha interrotto il digiuno: ho difeso i diritti dei più deboli

 PISA. La protesta gandhiana del professore Rocco Altieri, giunto ieri al settimo giorno di digiuno, è terminata ieri poco dopo le 15. Il direttore generale dell'ufficio scolastico regionale ha concesso i finanziamenti per realizzare la prima classe del corso serale al Matteotti. «È una grande vittoria, una vittoria della civiltà», dice il professore felice per l'esito della sua battaglia condotta con determinazione.  «È ancora ufficioso, stiamo aspettando ulteriori notizie», ci aveva detto per telefono il professore che il giorno 22 aveva annunciato il suo personale digiuno contro i tagli alla scuola serale del Matteotti dove insegna oltre al suo lavoro di docente al corso di laurea in Scienza per la pace all'università di Pisa. Poi, ieri pomeriggio è arrivata l'ufficialità con la dichiarazione di Cesare Angotti: «Oggi stesso ho attribuito le risorse necessarie per potenziare l'organico e garantire la realizzazione di una classe prima al corso serale dell'istituto professionale Matteotti di Pisa».  Il responsabile dell'ufficio scolastico regionale fa sapere che aveva già da tempo indicazioni alla dottoressa Maria Alfano (dirigente dell'ufficio scolastico provinciale pisano, ndr) di procedere, ma evidentemente c'era stato un equivoco sull'impiego delle risorse. Tuttavia ora la vicenda è superata e il corso potrà funzionare regolarmente».  Quindi, la causa di tutto sarebbe stato un fraintendimento fra uffici regionali e provinciali. Ma, certamente, se non ci fosse stata la vibrata protesta del professore Altieri chissà come sarebbe andata a finire perché la cancellazione della prima classe, metteva a rischio il futuro del corso serale.  Dopo l'ufficialità della notizia, abbiamo telefonato al professore Rocco Altieri il quale ha dapprima annunciato l'interruzione del digiuno e, quindi, ha voluto ringraziare «le autorità scolastiche di Pisa, il provveditore Alfano e il dottor Angotti, sovrintendente scolastico della Toascana, per il loro impegno sincero per trovare una soluzione positiva alla questione dei corsi serali. È un successo per tutti i cittadini che si sono mobilitati non solo qui a Pisa poiché da tutta Italia mi sono giunti centinaia di messaggi di solidarietà. Questa - ha continuato il docente - è una vittoria della civiltà, del diritto e della cultura, ma soprattutto una vittoria per le fasce più deboli della popolazione. Ed è anche la prova che attivandosi in modo costruttivo, vincendo la passività e la rassegnazione, è possibile trovare soluzioni positive ai problemi. Ringrazio in particolare Il Tirreno per la sua tempestività nell'informazione e gli altri organi di stampa».  E anche
ieri sono arrivate in redazione prese di posizione come quella del sindacato Gilda degli insegnanti il quale aveva scritto a tutte le autorità locali e regionali chiedendo che si attivassero per difendere il corso serale al Matteotti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare