Quotidiani locali

calcio/COPPA ITALIA DI ECCELLENZA 

Ferroni carica il Piombino «A Grosseto per vincere»

Passare il turno stasera sarà quasi impossibile visto il 3-1 della gara di andata Ma il diesse taglia corto: «Questa squadra ha personalità e noi ci crediamo»

PIOMBINO

Dopo due sconfitte in altrettante partite ufficiali, il Piombino scende in campo stasera, alle 20.30, a Grosseto, per giocare la gara di ritorno della Coppa Italia di categoria. L’andata finì 3-1 per i biancorossi al termine di un match dai due volti, con i nerazzurri bravi a condurre il gioco nel primo tempo, ma messi sotto nella ripresa dal forcing del Grifone.

Il ritorno si presenta a dir poco proibitivo per il Piombino che dovrebbe vincere con tre gol di scarto (o in alternativa segnando almeno quattro reti) per passare il turno che lo vedrebbe affrontare la vincente fra Pro Livorno e Cecina. La partita di stasera (in onda in streaming su Grossetosport) arriva nel mezzo alle prime due giornate del campionato di Eccellenza. In prima battuta i nerazzurri sono usciti sconfitti dalla trasferta di Cenaia, ma hanno la possibilità di riscattarsi domenica con la prima gara casalinga contro il Castelnuovo Garfagnana. Tornando alla Coppa, il Piombino dovrà fare a meno di Ramon D’Angina, espulso nella ripresa della partita d’andata. Un rosso diretto che ha lasciato più di un dubbio ma che, di fatto, costringe oggi il centrocampista nerazzurro al ruolo di spettatore. «Manca D’Angina purtroppo, e Trozzo sta lavorando per la fase di recupero e nei prossimi giorni rientrerà nel gruppo – afferma il direttore sportivo Alessio Ferroni – mentre è arrivato finalmente l’ok dalla Federazione per Traore, a oggi convocabile, e poi c’è da segnalare la convocazione di Braschi del 2001, ragazzo di prospettiva che vogliamo valorizzare al massimo».

Dall’altra parte c’è l’armata biancorossa. Un Grosseto costruito e attrezzato per vincere tutto. Coppa e campionato. E che ha già dimostrato le proprie potenzialità, prima al Magona contro il Piombino in Coppa, poi in campo andando a vincere fuori casa contro il Ponte Buggianese. Il Grosseto guidato da Seba Miano, uno che i nerazzurri li conosce bene, dopo aver giocato con la maglia del Piombino per due stagioni e altrettante averle trascorse da tecnico. «Ci crediamo comunque, nonostante il risultato dell’andata – sostiene il ds Ferroni – Il calcio è imprevedibile e devi crederci in una cosa se vuoi ottenerla. Vogliamo vincere. Se poi la prestazione, oltre alla vittoria, dovesse portare anche alla qualificazione al secondo turno ancora meglio. Sicuramente entreremo in campo convinti come ogni partita, seguendo quel percorso di crescita che stiamo facendo. Una crescita sia atletica che tattica. I ragazzi si stanno conoscendo sempre di più e il gioco migliora partita dopo partita. Anche domenica a Cenaia la squadra ha dimostrato di avere personalità e un dna ben precisi; certamente quando si creano 6-7 palle gol nitide, almeno una va messa dentro, altrimenti si finisce per subire e il calcio, si sa, non perdona. Stasera incontriamo il Grosseto, la squadra più forte del girone. Ci misureremo perciò contro una compagine importante che, tuttavia, all’andata siamo riusciti a mettere in difficoltà.

L’idea è di riuscirci anche oggi, senza farsi spaventare dalla trasferta. Il Piombino deve giocare allo stesso modo in casa e fuori casa, con un pizzico di spavalderia e la sfrontatezza necessarie per essere se stesso. Così ce la giochiamo». —

FRANCESCA LENZI

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro