Quotidiani locali

Oltre 500 iscritti: va a canestro anche la settima edizione

Nuovo grande successo della partita più lunga dell’anno Barsotti: «Un evento importante per lo sport e il sociale»

PIOMBINO. Si è conclusa domenica con il tradizionale pranzo post partita la settima edizione della 24 ore di basket. Ancora una volta l’iniziativa benefica che raccoglie gran parte degli appassionati del comprensorio è riuscita alla grande. Il gruppo degli organizzatori, guidato dagli ideatori dell’iniziativa Massimo Iacopini e Maurizio Sparapani e composto da tantissimi assidui frequentatori del Palatenda, quest’anno ha trovato per la prima volta il supporto concreto della Pallacanestro Piombino. Il presidente della società gialloblù di minibasket, basket giovanile e femminile, Francesco Barsotti, ha spiega i motivi che hanno spinto la società a sostenere l’evento: «Reputavo giusto che la società di basket più storica di Piombino si facesse promotrice di questa grande iniziativa nata sette anni fa. La Pallacanestro Piombino crede molto nel lavoro e nel sociale, lo sta dimostrando attraverso il lavoro del minibasket e del resto delle giovanili. Crede però anche nel sociale, nello svolgere un’attività intesa sì come sport e agonismo ma soprattutto come propulsore di un’educazione sociale. Iniziative benefiche di questo calibro meritano l’attenzione di chi si vuole rapportare al sociale, per questo abbiamo chiesto di poter far sì che la Pallacanestro Piombino sponsorizzasse questa manifestazione».

«Abbiamo raggiunto un risultato importante anche quest’anno - prosegue Barsotti - Più di 500 iscritti che si traducono nel lavoro dei molti volontari che ogni anno si danno da fare affinché la manifestazione sia bella e partecipata. Sotto le ceneri di una stagione ormai al termine, l’ambiente del basket piombinese ha saputo ancora dimostrare una grande dedizione a questo tipo di eventi. Grazie a questo e al movimento che c’è stato, soprattutto al grande numero di iscrizioni, riusciremo a fare della buona beneficenza anche quest’anno e di questo siamo contentissimi».

L’evento infatti, fin dalla nascita dell’idea concepita da due ex giocatori e storici coach della società di basket piombinese, si poneva l’unico obiettivo di far divertire tutti gli appassionati di pallacanestro nell’ottica di raccogliere fondi da devolvere alle associazioni benefiche presenti sul territorio.

Anche per questa edizione tutti i proventi verranno donati a enti come La Provvidenza, Aisla, Associazione Cure palliative, Fede per la vita, Avis Piombino e alla ricerca contro la Fop. La 24 ore Piombino basket si conferma dunque un grande evento.

Daniele Perini

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori