Quotidiani locali

Coach Andreazza carica il Basket Golfo

«Dobbiamo provare a battere Milano, a Montecatini penseremo dopo»

PIOMBINO. Ultimo turno casalingo della regular season per il Golfo, oggi alle 18 al Palatenda. Arriva l’Urania Milano di Laudoni, Paleari ed Eliantonio tra i migliori quest’anno in serie B e che sono le colonne portanti della squadra di coach Villa. Ormai troppo lontana dalla sfida a due dei primi due posti, Milano proverà a difendere l’ultima possibilità per confermare il terzo posto. Il regista della stagione dei padroni di casa, coach Marco Andreazza, aspetta speranzoso il match di oggi, sperando in una partita divertente: «Con Milano ci auguriamo possa essere una bella partita. Comunque vada si incontreranno due squadre che, dopo 28 giornate, sono state quasi sempre nelle posizioni di vertice. Due roster di qualità, con giovani interessanti, due squadre che possono provare a essere delle guastafeste ai playoff».

La post season infatti per Piombino è garantita ma in questi due ultimi confronti diretti, con Milano e Montecatini, la squadra proverà a centrare uno dei primi quattro piazzamenti per garantirsi il fattore campo nelle serie alla meglio delle 3, e delle 5, previste dal torneo che chiude i campionati. «Sarà dura perché la posta in palio è alta e adesso iniziano a diventare tante le partite che vanno vissute e giocate sul filo dei nervi. - continua Andreazza - Per quanto ci riguarda, la squadra si è allenata bene e gli infortunati sembrerebbero aver recuperato del tutto. Cercheremo di essere al completo e nella migliore condizione fisica, tecnica e mentale».

I passi falsi commessi in queste ultime settimane, prima di Oleggio, sono avvenuti in mancanza di giocatori significativi per il roster del coach di Montebelluna, da Iardella e Malbasa a mezzo servizio fino a Pedroni out anche a Oleggio. Costi naturali di una stagione che in termini di energia ha richiesto molto, anche secondo Andreazza: «Abbiamo speso tanto per essere qui ma le energie per fare bene ci sono e le tireremo fuori. Non dobbiamo pensare che conti soltanto la partita con Montecatini dell’ultima giornata, non si può arrivare a quella dopo blackout mentali e non possiamo regalare un’opportunità in casa. Dobbiamo provare a fare una bella prestazione e, semmai, provare a vincerla per onorare anche il bel risultato di Oleggio. Solo dopo potremo tornare a pensare all’ultima».

Solo

dopo l’ultimo spettacolo di oggi quindi si ripenserà a Montecatini e al match che servirà a stabilire chi si piazzerà quarto in questa classifica. Intanto tutta Piombino ci crede e, contro la corazzata Milano, servirà un’altra prestazione di livello.

Daniele Perini

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik