Quotidiani locali

Basket Golfo Piombino il segreto del successo comincia dal fisico

Il fisioterapista Giannelli e il preparatore atletico Frolli Ci sono loro dietro alla guida tecnica di una squadra che cresce

PIOMBINO. Una pausa lunga per il gruppo del Basket Golfo Piombino; due settimane per passare le festività e rimettersi al lavoro con cognizione nei propri mezzi e nelle difficoltà da affrontare, con alle spalle 20 punti e 10 vittorie da mettere nel proprio bagaglio di esperienze.

Il campionato riprende riproponendo il match di esordio con il Pavia di Fabio Di Bella e, nelle settimane a venire, il derby casalingo con Cecina, la trasferta a Varese e il match con Moncalieri. Un anno da iniziare con la forza e la determinazione dimostrata sul campo dai ragazzi che vestono le canottiere gialloblù del Golfo e da uno staff che sta lavorando con incredibile dedizione e grande rispetto verso le difficoltà che cela la categoria.

Dietro alla guida tecnica della squadra che staziona in quarta posizione della serie B italiana c’è anche una buona preparazione e un attento monitoraggio dell’aspetto fisico affidato a due membri dello staff della squadra: il fisioterapista Giacomo Giannelli e il preparatore atletico Gianluca Frolli. Gruppo che trova la guida dei coach Marco Andreazza e Lorenzo Formica.

«Lo staff è alla prima esperienza insieme – dice Giannelli – Siamo molto uniti e in completa sintonia. C’è un continuo scambio di idee in modo da rendere al meglio nei confronti dei giocatori e dei tifosi, questo è il nostro obiettivo fisso, per questo spero che quest’avventura possa proseguire nel tempo».

Parla poi anche dei ragazzi il trentatreeenne piombinese che cura l’aspetto fisioterapico per il Golfo: «Il gruppo dello scorso anno si è amalgamato bene con i nuovi arrivati, continuando a crescere tanto, coinvolgendo maggiormente anche i più giovani nel processo di crescita».

Alla vigilia del girone di ritorno e di un nuovo anno di basket a tinte gialloblù, anche Frolli commenta l’andamento della squadra e della sua esperienza a Piombino: «Sicuramente mi sono ambientato molto bene grazie alle persone che ho trovato, ai tifosi, ai dirigenti e al presidente, che sono tutte persone che sanno farti sentire da subito uno di loro. Raccolgo la pesante eredità di Andrea Baldi (ex preparatore atletico del Golfo e “mentore” di Frolli, attualmente nello staff tecnico di coach Banchi nell’Auxilium Torino di serie A, ndr) ma almeno dal punto di vista dell’ambientamento non ho trovato difficoltà, con un gruppo di amanti della pallacanestro e del Basket Golfo, che mi ha accolto benissimo fin da subito. Vivere questa realtà è molto positivo, avevo un po’ di timori quest’estate al momento della scelta, visto il mio passato nel Basket Cecina, che si sono risolti subito nei primi allenamenti. Infatti grazie al gruppo, sia ai ragazzi della squadra che allo staff, sono riuscito subito a sentirmi parte di un qualcosa che sembra stia evolvendo bene sia dentro che fuori dal campo. Questo credo faccia bene a noi ma anche a quello che siamo chiamati a fare».

Oltre ad aggiungere gli auguri di buon compleanno a nome di tutta la società del Golfo indirizzati proprio ad Andrea Baldi, nato il 2 gennaio 1970, Frolli continua parlando dell’attitudine principale di questa formazione: «La professionalità per me e per gli altri è fondamentale. Parlammo in questi termini fin da subito anche con Marco (Andreazza) che, venendo da categorie e ambienti superiori, era il principale promotore di un’idea di lavoro di gruppo e di stare tutti i giorni in palestra. Io ho sempre lavorato così e mi sono trovato subito a mio agio con Marco ma anche con Lorenzo (Formica), Giacomo (Giannelli), Alessandro (Cecchetti) e tutti i giocatori. Conta tantissimo l’impegno di tutti perché noi consideriamo fondamentale il nostro lavoro; crediamo di poter trovare una risposta alla nostra quarta posizione in classifica nell’etica e nella dedizione che tutti mettiamo nel lavoro di tutti i giorni. Il mio lavoro in ottica gara è importante se è condiviso con tutto lo staff, capo allenatore in primis. In questo Marco è molto bravo ad aiutarmi e nel saper coinvolgere tutti, anche nei minimi dettagli: dall’attivazione pre-partita, all’allenamento di rifinitura della domenica o al pranzo in hotel, organizzati tutti nei minimi dettagli. In fondo
dobbiamo considerarci come ingranaggi e dobbiamo tutti girare nella stessa direzione per permettere all’orologio di segnare l’ora giusta».

Riparte tutto da queste parole quindi e il Golfo è pronto ad affrontare il 2018 con carattere, professionalità e molta voglia di divertire.

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro