Quotidiani locali

Piombino, si lavora sul fisico e sul morale Madau fa lo psicologo

«La squadra sia consapevole di aver giocato grandi partite contro Grosseto, Cuoio e San Gimignano. Riparta da qui»

PIOMBINO. Il Piombino sta ricaricandole pile durante la pausa natalizia, con l’obiettivo di rientrare in campo il 7 gennaio con un’inversione di tendenza rispetto all’ultimo periodo prima della sosta.

Dopo la vittoria nel derby con il Grosseto, i nerazzurri hanno subìto un’involuzione sia nei risultati che nelle prestazioni, soprattutto nelle ultime due gare disputate, nella trasferta di Fucecchio e a Piombino contro il Cenaia. Due sconfitte che hanno chiuso l’anno per la squadra di Seba Miano in negativo, gettando dubbi sul futuro della stagione. In realtà la pausa per le feste natalizie potrebbe essere arrivata nel momento più opportuno per Gherardini e compagni che possono approfittare di una sosta lunga per recuperare le forze e mettere in ordine le idee, archiviando definitivamente le partenze di Montecalvo e Del Gratta (e Poggi, sul quale il presidente Spagnesi ha però speranze per un ritorno nel gruppo) con il mercato di dicembre. C’è inoltre curiosità per i nuovi arrivi: Matteo De Witt (centrocampista), Davide Laudicino (difensore) e Manuel Lion (attaccante), tutt’e tre giocatori in fuoriquota.

«Gli allenamenti stanno andando bene – afferma il direttore generale del Piombino, Enzo Madau – Finora abbiamo lavorato sul fattore fisico, con richiami atletici e un lavoro importante; dal 2 gennaio ci preoccuperemo anche dell’aspetto morale. I ragazzi devono essere consapevoli, perché lo ha dimostrato il campo, di aver vinto con il Grosseto, aver perso malamente con la Cuoiopelli, e aver raccolto un buon pareggio a San Gimignano. Se giocheremo d’ora in poi come abbiamo fatto contro queste tre grandi del campionato, possiamo far bene. Fondamentale è capire di dover avere le stesse motivazioni in campo, al di là dell’avversario. I nuovi arrivati si stanno ben integrando, com’è normale che sia quando dei giovani si integrano in un gruppo sano. Poi ovviamente vedremo più avanti, anche se deve essere chiara una cosa: questi tre ragazzi non possono essere considerati la panacea di tutti i mali, perché sarebbe fuori da ogni logica del calcio. Saranno però utili alla squadra perché sono giovani e hanno buone potenzialità».

Il Piombino rientrerà in campo il 7 gennaio, per la trasferta di Castelfiorentino, partita valida come terza giornata del girone di ritorno. Probabilmente dopo quella gara i nerazzurri conosceranno l’esito del reclamo avanzato per il match contro il Cenaia, presentato a causa di un cambio sui fuoriquota. «Se il Cenaia non presenterà un controreclamo, credo la risposta possa arrivare
nella settimana fra il 7 e il 14 gennaio – spiega Madau – Siamo comunque fiduciosi, d’altra parte il regolamento è chiaro. Quanto al girone di ritorno, mi aspetto di conquistare quei punti che ci consentano per il quarto anno consecutivo di mantenere l’Eccellenza. Sarebbe una vittoria».

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro