Quotidiani locali

La Pallavolo Riotorto ci riprova col Discobolo

Archiviata la sconfitta di Grosseto, le giallorosse tornano al PalaMecatti Vallini: «Mi aspetto un gran pubblico, queste ragazze se lo meritano»

RIOTORTO. Archiviata la sconfitta subita in terra grossetana, la Pallavolo Riotorto ha lavorato in palestra consapevole che per superare ed eliminare quei momenti di difficoltà evidenziati nell’ultima gara occorre un lavoro continuo e pressante in palestra.

L’amichevole disputata giovedi con il Donoratico è stata di grande aiuto per il tecnico Nicola Burrascano per lavorare su alcune cose ancora da mettere a punto e da correggere oltre che provare anche soluzioni diverse e atlete che trovano meno spazio in gara.

La sconfitta con il Grosseto non ha certo scalfito la voglia di fare bene da parte di tutte le atlete, al contrario ha fatto capire che pur con l’assenza di un pilastro quale Emma Zanolla la squadra ha combattuto per tutti i set dimostrando di tenere testa a una formazione molto tecnica e fisica. Solo certe sbavature ed errori dovuti alla concentrazione non hanno consentito un esito diverso della gara.

Stasera si torna al PalaMecatti contro una squadra, il Discobolo, costruita solo per vincere e con elementi da categorie superiori che farebbe tremare le gambe a chiunque, per di più reduce da una sconfitta casalinga e quindi determinata a tornare alla vittoria per dimostrare la superiorità tecnica che tutti gli addetti ai lavori le attribuiscono.

Il fatto però che sia stata sconfitta una volta non significa che non lo possa essere anche una seconda. Noci e compagne dovranno sciorinare una gara perfetta, tutta cuore e determinazione, concentrazione
su ogni palla.

«Ci aspettiamo il pubblico delle grandi occasioni al Mecatti a tifare Riotorto - dice il presidente Evio Vallini - Queste ragazze meritano il supporto dei tifosi per la grande voglia che hanno di voler dimostrare il loro attaccamento alla maglia».

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista