Menu

Piombino, 90 minuti per volare

A San Giuliano con il Seravezza la sfida decisiva. E quasi certamente non servirà un’altra gara

PIOMBINO. È l’ora della verità per il Piombino. Oggi, alle 16, allo stadio Bui di San Giuliano, i nerazzurri scenderanno in campo contro i rivali del Seravezza per quello che, almeno da regolamento, dovrebbe essere il penultimo appuntamento nella corsa all’Eccellenza passando dalla strada dei playoff di categoria. In realtà, in un incontro a Firenze con le squadre interessate, la federazione sembra aver parlato di due posti liberi e non più solo uno per il salto in Eccellenza. «Ci è stato detto che al 99% la finale prevista la tra le vincenti delle gare di oggi (Castiglionese-Real Forte Querceta e Piombino-Seravezza) non ci sarà dal momento che i posti disponibili per l’Eccellenza saranno almeno due – afferma il direttore sportivo del Piombino, Flavio Vanni – Anche se non c’è ancora l’ufficialità mi pare strano che la Figc si sbilanci in questi termini se non fosse sicuro». In tale ottica, i nerazzurri affronteranno il Seravezza con lo stesso impegno e condizione mentale con il quale fu giocato a Volterra lo sfortunato spareggio contro la Cuoiopelli. «Stiamo bene e ci siamo ripresi alla grande dall’amara sconfitta di Volterra. Ci siamo preparati bene alla gara di oggi e andiamo a San Giuliano per fare la nostra partita, convinti stavolta di potercela finalmente fare. Sappiamo che i nostri avversari hanno buone individualità, ma sono fermi da un mese. L’importante a ogni modo è stare tranquilli, facendosi trascinare dal nostro pubblico». Si prevede infatti anche in questo caso un importante numero di tifosi al seguito della squadra. Tra di loro ci saranno anche i sostenitori più caldi, gli ultrà nerazzurri che si sono dati proprio negli ultimi giorni un nome incisivo come “Brigate d’acciaio”. Tornando alla gara di oggi, il Piombino può affrontarla nel migliore dei modi, avendo a disposizione l’intero organico, dopo il rientro dalla squalifica di Kevin Catalano e le rassicurazioni sullo stato di salute di Francesco Ferrini, che nei giorni scorsi aveva accusato una contrattura. «Catalano sta bene e sarà per noi un’arma in più – spiega l’allenatore del Piombino, Tiziano Di Tonno – Per Ferrini è rientrato qualsiasi dubbio e sarà a disposizione. È un giocatore che ci può dare un giusto equilibrio». Di Tonno parla per probabilità ma non si sbilancia, dichiarando di voler annunciare la formazione solo alla squadra prima dell’ingresso in campo. Nessuna certezza in tal senso neppure per il ruolo del portiere. Contro il Picchi il tecnico nerazzurro sette giorni fa schierò il fuoriquota Mariani, ma non è detto che la scelta si ripeta. «Mariani si è fatto trovare pronto domenica scorsa, vedremo – afferma Di Tonno – Partite come quella di oggi meriterebbero tutti di giocarle. Siamo sicuri e convinti. Credo che la sconfitta contro la Cuoiopelli sia servita come esperienza. So che il Seravezza ha un organico importante. È una squadra a inizio stagione partita con l’ambizione

di dominare il campionato ma che vincendo poi la Coppa ha probabilmente rallentato un po’ nel girone. È dotata di giocatori di valore, tecnici e molto veloci, soprattutto in attacco; in questo senso dovremo stare attenti a non concedere ripartenze pericolose».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare