Quotidiani locali

MARINA DI CAMPO 

Torna il progetto della ciclabile e del parcheggio alla Bonalaccia

Bando della giunta Montauti per un professionista che si occupi di un progetto naufragato nel 2015 

CAMPO NELL’ELBA

Ancora una volta si torna a parlare di un parcheggio alla Bonalaccia. Ancora una volta di una pista ciclabile che collegherà la zona periferica del paese di Marina di Campo alla Foce. Un argomento caldo, dunque, che ha attraversato diverse amministrazioni comunali. Ultima, quella retta da Lorenzo Lambardi.

E ogni volta si riparte, sperando che sia l’occasione buona nella realizzazione di questa opera pubblica. Ora ci riprova l’esecutivo retto da Davide Montauti. Che ha indetto un bando pubblico per individuare un professionista, il quale sia in grado di procedere all’«esecuzione degli adempimenti inerenti le procedute di esproprio» dei terreni saranno coinvolti dal progetto che prevede un parcheggio e una pista ciclabile fino alla Foce.

Si cominciò a parlare di un parcheggio alla Bonalaccia nel 2011. Dopo quattro anni sembrava di essere arrivati alle battute finali e passare quindi alla realizzazione del progetto. Gli amministratori affidarono l’incarico allo studio Ingeo Ingegneri/Geologi associati di Lucca che redassero il progetto definitivo, arricchito dalla pista ciclabile in direzione della Foce. Da qui si collegherà poi al circuito di ciclabili fino al centro del paese.

All’epoca si parlò di un investimento di 354.495 euro. E il parcheggio della Bonalaccia fu considerato uno dei maggiori interventi urbanistici inseriti dal Comune nel piano triennale delle opere pubbliche. Il tutto si sarebbe dovuto concludere con il 2016.

Oggi si ritorna a parlare del progetto. E nell’avviso pubblico si legge che l’ufficio competente di piazza Alighieri ha affidato la progettazione del progetto che dovrà essere approvato dalla conferenza dei servizi. E dal momento che il progetto coinvolge terreni di privati, si è reso necessario procedere con gli espropri. Per questo, considerato che il Comune è carente di personale, diventa necessario attivare un incarico di collaborazione autonoma professionale per l’attività di assistenza nelle procedure espropriative propedeutiche alla realizzazione dell’intervento. Per questo gli amministratori campesi hanno avviato questo avviso finalizzato all’individuazione, mediante procedura comparativa di un soggetto cui assegnare i compiti e le funzioni di collaboratore autonomo per la predisposizione degli atti inerenti la procedura di esproprio.

Quindi parcheggio e pista ciclabile, che se realizzata porrebbe a pieno titolo Campo nell’Elba tra le località potenzialmente preferite dagli appassionati

delle vacanze a due ruote. E si perfezionerebbe così il percorso ciclabile campese dalla Pila alla Serra, dalla Foce a viale degli Etruschi che già tanti estimatori ha già avuto in questi ultimi tempi. —

LUIGI CIGNONI

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro