Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Elba isola musicale, ecco il premio a Flavia Napolitano

Dopo il concerto alle Grotte la rassegna torna ai Vigilanti con la serata dedicata ai baby prodigi della musica classica

PORTOFERRAIO. Il Festival Elba Isola musicale d’Europa torna nel teatro dei Vigilanti “Renato Cioni”, alle 21,15, per la serata dell’assegnazione dell’Elba Festival Prize. Un ritorno a casa per la rassegna dopo l’innegabile successo del concerto che si è tenuto ieri pomeriggio nel suggestivo scenario della Villa romana delle Grotte dove, per il secondo anno consecutivo, il pubblico si è gustato il perfetto connubio tra musica classica di qualità, panorama fantastico e fascino della storia e dell’archeologia. Stasera gli occhi saranno puntato sui giovani talenti.

L’Elba Festival Prize è un appuntamento sempre più atteso che viene portato avanti con il prezioso sostegno dell’associazione Amici del Festival che ogni anno seleziona, insieme alla direzione artistica, un giovane talento da premiare. Questa edizione acclamerà la giovanissima e talentuosa violinista Flavia Napolitano, di soli 11 anni. Dal 2016 è stata ammessa al Conservatorio di Torino nella classe di Piergiorgio Rosso. Nonostante la sua giovane età, ha già partecipato con successo a concorsi nazionali e internazionali, dove si è aggiudicata prestigiosi premi e borse di studio.

Questa sera (domenica 2), ad accompagnare la giovane violinista, al Teatro dei Vigilanti ci sarà la Camerata Fontainebleau. Insieme al violinista Gordan Nikolic si esibiranno, al violino Aki Saulière, Elena Rey, Mayuko Ishigami e Gabrielle Shek. Insieme a loro, alle viole, David Quiggle, Paloma Cueto-Felgueroso, Natalia Tchitch e i violoncelli Raphael Bell e Celine Flamen. Eseguiranno il quintetto per archi K.515 di Mozart, Preludio e Allegro per violino e orchestra d’archi di Gaetano Pugnani-Fritz Kreisler, Danze popolari rumene (arrangiamento per violino e orchestra d’archi) di Bela Bartok e l’ottetto per archi Op.7 di George Enescu. La biglietteria è allestita presso l’Infopoint di Calata Depositi, nei locali della Gattaia. Ecco gli orari: da sabato 18 agosto a sabato 8 settembre dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 19 dal lunedì al sabato e dalle 10 alle 12,30 di domenica. E-mail : info@elba-music.it. Info al telefono 392 381 54 00.