Quotidiani locali

dibattito a suvereto 

Parodi agli altri sindaci «Non possiamo tacere su fascismo e razzismo»

Il primo cittadino del borgo: «La Val di Cornia va tutelata» E si discute sulle sinergie per far volare il turismo nella zona

SUVERETO

La realizzazione dell’«Ambito Toscana Costa Etrusca» e le prospettive elettorali del 2019 hanno catalizzato l’incontro fra gli amministratori dei 5 comuni della Val di Cornia alla Festa dell’Unità di Suvereto. Il coordinamento fra i Comuni è in scaletta da decenni per promuovere un variegato e allettante “pacchetto” da offrire al turismo internazionale, ma alcuni pur buoni risultati sono arrivati solo singolarmente. Ora ci sarà anche da “combattere” con l’allargamento del nuovo organismo alla bassa cecinese. Speriamo che questa volta ci siano stimoli “politici” per dare una benefica scossa all’ambiente, abituato ad operare in clima di omogeneità politica, o quasi.

Negli ultimi anni al Comune di Suvereto, col suo sindaco controcorrente, è stato contestato un atteggiamento non troppo collaborativo, oltre che troppo “disinvolto” nei suoi interventi sui social contro la classe dirigente del Pd. Giuliano Parodi ha respinto le accuse più dirette, ma ha esternato un suo rilievo politico di prospettiva: «Il prossimo anno si vota – ha detto in sostanza – e in questo momento non possiamo tacere di fronte a fenomeni di razzismo e sui valori dell’antifascismo. L’attuale governo italiano è in mano a chi conosce bene i propri ideali, e a chi non ne ha alcuno…È necessario, pur nella nostra diversità, evitare che anche la Val di Cornia cada in mani sbagliate, perché sarebbe un fatto molto pericoloso».

Sul nuovo organismo ha ricordato la fine ingloriosa del Circondario e dell’Unione dei comuni mai partita, respingendo le accuse di “isolazionismo” al comune di Suvereto. Anche Luca Dell’Agnello, capogruppo Pd, aveva parlato di Suvereto non più al centro del comprensorio, auspicando maggior coordinamento per lo sviluppo, sperando per Suvereto che le famose terme si facciano e non risultino solo un atto speculativo. Il sindaco di Sassetta Alessandro Scalzini spera molto nel nuovo “ambito”, lanciando anche la “tele-salute” per stare al passo con i tempi. Massimiliano Bandini, primo cittadino di SanVincenzo, crede in questo nuovo organismo di 14 comuni della Costa Etrusca che è il secondo, dopo Firenze, per importanza regionale, ma che andrà gestito in modo costruttivo. L’assessore all’Urbanistica di Piombino Carla Maestrini ha parlato dei piani strutturali e della importante prospettiva con l’arrivo di Jindal per l’allontanamento della fabbrica dalla città. Per il comune di Campiglia l’assessore Vito Bartalesi ha parlato di varianti per cambiamenti notevoli della realtà, così come del problema dell’acqua. Per la segreteria del Pd sono intervenuti Massimiliano Roventini e Paolo

Giomi che hanno confermato il grande interesse turistico delle nostre zone (più 9mila posti di lavoro negli ultimi tempi), pur ritornando sulla necessità di discutere sui problemi e non mettersi solo di traverso come è spesso capitato. —

MICHELANGELO PASQUINELLI

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro