Quotidiani locali

Lo spettacolo del Dilbar, il gigante lungo 156 metri del tycoon russo Usmanov

San Vincenzo: la sua presenza non è passata inosservata alle migliaia di bagnanti della domenica

SAN VINCENZO. La sua presenza non è passata inosservata alle migliaia di bagnanti della domenica. E come potrebbe esser stato altrimenti. Il Dilbar non è proprio una barchetta che sparisce sul filo dell’orizzonte.

Il maxi yacht del magnate russo Alisher Usmanov è stato l’attrazione principale della domenica sulla spiaggia di San Vincenzo. Lungo 156 metri, largo 24, con una stazza lorda di 15.500 tonnellate, il Dilbar è un gioiello battente bandiera delle Isole Cayman, realizzato nel 2016 e costato qualcosa come 600 milioni di dollari. Bazzecole, insomma. Il gigante extralusso del mare ha una presenza più ingombrante di una portaerei: è la prima pleasure craft al mondo per stazza lorda e la sesta, secondo la classifica del sito Myluxury.it, per lunghezza. Si dice che il tycoon russo abbia commissionato il Dilbar per rendere pan per focaccia al rivale, altrettanto esibizionista, Roman Abramovich che d’estate sfoggia nei mari di tutto il mondo l’Eclipse, una barchetta di 162,5 metri da stropicciarsi gli occhi.

Nautica, i grandi yacht "firmati" da cantieri toscani Stilisti, principi e capitani d'industria: ecco 19 grandi yacht realizzati da imprese toscane - L'ARTICOLO


Quella del Dilbar è stata una toccata e fuga nel mare della Toscana. Partito dalla Sardegna, dove Usmanov possiede una casa, lo yacht è rimasto ancorato alcune ore di fronte a San Vincenzo, per poi riprendere il mare nel tardo pomeriggio navigando verso Bosa, in Sardegna. I bagnanti sanvincenzini lo hanno scrutato dalla spiaggia in tutto il suo splendore, notando alcuni dettagli, come l’elicottero parcheggiato sul ponte superiore. Lo spazio, del resto, non manca. Lo yacht dispone di 20 cabine per 40 passeggeri e 80 membri dell’equipaggio. Ha un elicottero in dotazione, ma dispone anche di una seconda piazzola nel caso in cui qualche ospite arrivi in elicottero. Troppi soldi? Nessun problema per Usmanov, che nel 2016 per inaugurare il suo gioiellino ha invitato a bordo - solo per l’intrattenimento musicale - artisti del calibro di Robbie Williams, Andrea Bocelli, Charles Aznavour e l’ex premiere dame Carla Bruni.

leggi anche:



Il tycoon è secondo Forbes il 118° uomo più ricco del pianeta con un patrimonio di 12,5 miliardi di dollari. La sua attività più importante è nel settore del ferro e dell’acciaio per conto della società Metalloinvest. Grande amico del presidente russo Vladimiri Putin, è stato direttore generale di Gazprom e ha partecipazioni importanti nei settori delle telecomunicazioni, estrazioni minerarie, comunicazioni (è l’editore del quotidiano Kommersant).

La sua passione? Il calcio. Il vecchio Alisher è azionista dell’Arsenal, uno dei principali club britannici, e il suo nome è stata più volte accostato al Milan. Rumors mai confermati, in verità. I tifosi rossoneri , di certo, avrebbero gradito l’intervento del magnate. Con tutti quei soldi la squadra navigherebbe in acque migliori. —


 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro