Quotidiani locali

L'Isola d'Elba a tavola

L'Isola d'Elba a tavola

In una delle regioni italiane più particolari dal punto di vista enogastronomico c’è un’oasi di eccellenza da riscontrare in cucina e nei vini, nel miele e nel particolarissimo olio extravergine d’oliva

Elba, i sapori che non ti aspetti - Ci sono mille motivi validi per visitare l’Isola d’Elba: sole, mare, spiagge, storia, cultura e.. gusti locali. Una lunga storia di incontri tra popoli, di scambi culturali, di scenari montani e marini rende la cucina elbana un mix sorprendente di sapori e profumi. Piatti semplici e genuini, oggi evoluti in eleganti accostamenti moderni, ma sempre ancorati alla tradizione. I sapori del mare. Grande protagonista della cucina elbana, il pesce povero appare in zuppe e preparazioni, arricchite da accenti tipicamente mediterranei. Provate il Cacciucco, originario di Livorno ma impreziosito dall’aggiunta di erbe aromatiche locali: una zuppa di pesce di scoglio e crostacei con pomodoro, aglio e peperoncino, servita su pane abbrustolito e leggermente agliato. Oppure, la Sburrita di Baccalà, di origine spagnola, molto amata dai lavoratori delle miniere elbane e tipico di Rio Marina.

Qui, oltre al pesce, cotto semplicemente con aglio, olio e nepitella e alle bruschette, in alcune versioni si aggiungono verdure come piselli e carciofi. Tra le altre peculiarità dell’isola anche la Palamita, che fa parte della famiglia degli sgombri e dei tonni e che si presta ad innumerevoli preparazioni e il Polpo, da gustare semplicemente bollito a forchetta. I sapori della terra. Grazie alla sua diversità paesaggistica, l’isola offre molte specialità montane: soprattutto sotto i castagni del versante Nord occidentale abbondano funghi pregiati come il porcino e l'ovulo. Le castagne stesse, fresche, secche o divenute farina, sono state basilari per l’alimentazione fino agli anni cinquanta, ed oggi i loro derivati si trovano spesso sulla tavola, dal pane alla pasta. A goderne sono gli abbinamenti con la selvaggina e tutti quegli ortaggi che godono di clima mite e particolarmente sapido.

Clima che giova particolarmente anche alla frutta, prolungando e migliorando la produzione annuale. Impossibile non citare i dolci: dalla Schiaccia Briaca riese, insaporita con aleatico e frutta secca, alla Schiacciunta del Poggio, ricoperta di zucchero e mandorle, ogni angolo elbano conserva e tramanda le ricette di una volta. Il Miele e l’Olio. Una natura per molti versi ancora incontaminata e in salute, da vita a prodotti unici e dai sapori indimenticabili. Il Miele elbano, di castagno, di corbezzolo, di erica, di eucalipto, di rosmarino, di cardo e millefiori, porta con sé tutti i profumi della macchia e delle essenze isolane. Ottimo per dolcificare ma anche in abbinamento con il pecorino e il caprino elbani, prodotti artigianalmente dai pochi e sapienti pastori rimasti. L’olio extra vergine, ottenuto al frantoio locale da olive piccole e schiette, è contraddistinto con il marchio IGP di Indicazione Geografica Protetta, come vuole la più antica tradizione toscana.

Da gustare al naturale, sul pesce bollito o con le verdure fresche. L’eccellenza: il vino dell’Elba - Il vero fiore all’occhiello dell’isola è il vino. Qui la coltura della vite ha origini antichissime: i muretti a secco che delimitano i vigneti risalgono ad oltre 3000 anni fa. Plinio il Vecchio definì l’Elba insula vini ferax, “l’isola che produce tantissimo vino”, ed infatti sui fondali circostanti giacciono numerosi relitti di navi sfortunate, cariche di anfore dirette ai principali porti d’Europa. I Medici ed i Lorena difesero la coltura della vite e lo stesso Napoleone ordinò l’impianto

di nuovi vigneti. I sette vini dell’Elba si fregiano del marchio DOC, meritato premio ad una tradizione millenaria, e recentemente, l’Aleatico - il vino passito rosso rubino che si ottiene da uve autoctone - ha ottenuto la DOCG, a fianco dei grandi vini toscani come il Chianti e il Brunello.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro