Quotidiani locali

Lettera con gravi minacce a Caramassi

Accuse per i cattivi odori della discarica. Il presidente di Rimateria: «Non mi lascio intimidire»

PIOMBINO. Una lettera minatoria è stata recapitata a Valerio Caramassi, presidente di Rimateria, nella sua casa livornese. Nella lettera sono contenute gravissime minacce: «Ti sei arricchito con la monnezza – si legge – gli uomini, le donne e i bambini quando sentono il puzzo e vendono la montagna della discarica vorrebbero poterti seppellire lì».

E ancora: «A settembre te ne andrai, vedi di lasciare la discarica a norma e i conferimenti cessati per sempre. In caso contrario – è la minaccia – ti ammazziamo e ti buttiamo in un cassonetto». Caramassi ha denunciato il fatto alla caserma dei carabinieri di via Giordano Bruno, che ha acquisito la lettera e la busta che la conteneva per sottoporle agli esami dl caso.

«Non commento la lettera perché si commenta da sola – dice Caramassi – certo non mi lascio e non ci lasciamo intimidire. Continueremo a fare ciò che riteniamo giusto proprio in nome del risanamento e della mitigazione degli impatti ambientali e sanitari».

Da mesi infatti la discarica Rimateria a Ischia di Crociano è al centro delle polemiche in particolare per i cattivi odori causati dai lavori per la captazione del biogas, che avrebbero dovuto essere completati alla fine di giugno ma che dopo il sequestro dell’area da parte dei carabinieri e il successivo dissequestro alla fine di aprile si concluderanno prevedibilmente alla fine di agosto.

«Se in 900 ettari di Sin, dove nulla si e fatto fino a oggi in termini di bonifica – riflette il presidente di Rimateria – il problema sono 70 ettari, con quattro discariche di cui una incontrollata, dove i lavori di risanamento sono in corso, allora vuol proprio dire che si è rovesciato il mondo». Caramassi poi insiste su un tema, quello del «controllo sociale su questi lavori, che è stato continuo e costante. E vorrei aggiungere esclusivo. Non esiste nella storia e nella cronaca di Piombino un’altra azienda che produce o

tratta rifiuti, a cominciare dall’ospedale con gli infettivi e i nucleari, controllata anche socialmente come avviene per Rimateria.

Dove nei giorni scorsi si è tenuto l’ennesimo incontro pubblico in cui la società presieduta da Caramassi informa i cittadini sullo stato dei lavori.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro