Quotidiani locali

Vai alla pagina su Toscana economia
Un premio per favorire l’ecoturismo

Un premio per favorire l’ecoturismo

Dal Parco 50mila euro a chi realizza progetti di promozione o sensibilizzazione sull’Arcipelago

PORTOFERRAIO. Il Parco ha stanziato cinquantamila euro come contributo volto a promuovere e sostenere «la programmazione, progettazione e realizzazione di attività» che intendono favorire lo sviluppo dell’ecoturismo e la valorizzazione dei luoghi e dei saperi locali.

È quanto si legge nell’ultima delibera approvata dall’ente. Pertanto l’avviso pubblico è rivolto a singoli individui e/o associazioni, gruppi di volontariato, istituti scolastici, enti locali (ricadenti nella comunità del parco), associazioni di categoria dell’arcipelago toscano che, in prima persona, ovvero in collaborazione si sono fatti promotori di progetti e iniziative quali «laboratori di educazione, formazione e promozione del territorio in maniera permanente e volti a generare azioni positive e concrete per il territorio dell’arcipelago toscano».

Le azioni progettate devono avere avuto inizio non prima del primo maggio 2018 e terminare entro il 31 dicembre 2018 e dovranno orientarsi verso argomenti quali la promozione della cultura della responsabilità e della cura del territorio e delle tradizioni; gli scambi di esperienze e di buone pratiche; gli eventi di sensibilizzazione dell’opinione pubblica; la promozione della pratica delle attività sportive e di attività ricreative del tempo libero ecocompatibili e improntate all’incontro sociale; la continuità nel tempo dell’azione educativa; la tutela e preservazione dei valori ambientali, naturalistici e del paesaggio; la valorizzazione degli usi, costumi, consuetudini, espressioni culturali proprie delle comunità locali e delle attività particolari a queste connesse; la valorizzazione delle attività agro-silvo pastorali, biologiche, della pesca, tradizionali, di studio e utilizzo di fonti energetiche alternative o rinnovabili.

Il contributo sarà erogato esclusivamente nella modalità di rimborso delle spese sostenute e rendicontate per la realizzazione del progetto. A mero titolo esemplificativo gli eventi potranno ispirarsi al recente decalogo delle eco-feste elaborato dagli studenti delle classi III A Classico, III B Scientifico, III A Scienze Umane e III SAV dell’Isis “Foresi-Brignetti” di Portoferraio in collaborazione con Legambiente arcipelago toscano nell’ambito del progetto Asl “Opinelba”.

Che si poneva fra gli altri gli obiettivi da raggiungere quelli di ridurre al massimo la quantità di rifiuti e utilizzare stoviglie, posateria e tovagliame, che siano riciclabili o lavabili. Di organizzare una corretta ed efficiente raccolta differenziata dei rifiuti. Di comunicare correttamente le modalità della raccolta differenziata in vigore e promuovere l’adozione di tale buona pratica.

Di produrre responsabilmente i materiali informativi e non superare i quantitativi realisticamente necessari. Di preferire alimenti stagionali, del territorio e prodotti in modo responsabile. Di organizzare con gli enti preposti un servizio aggiuntivo di trasporto pubblico, se necessario, e promuovere buone pratiche di mobilità

condivisa e dal basso impatto ambientale. Di avere cura di non superare i limiti di emissioni acustiche e controllare attentamente la direzionalità e l’intensità delle fonti luminose.

Le domande dovranno pervenire entro il 31 luglio 2018.


 

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro