Quotidiani locali

Parascandola viceprefetto dell’Elba

All’ex commissario di Campo la gestione in reggenza (per un anno) degli uffici di viale Elba dopo l’arresto di Daveti

PORTOFERRAIO. Il viceprefetto Salvatore Parascandola è stato nominato reggente dell’ufficio distaccato dell’Elba della Prefettura di Livorno. Il dirigente del governo prende il posto di Giovanni Daveti, arrestato il 31 maggio a Portoferraio poche ore prima della cessazione del suo incarico elbano.

Parascandola gestirà gli affari dell’Elba fino al 4 giugno del 2019, come si legge nel decreto di nomina firmato dalla prefetta Anna Maria Manzone ed avrà il compito non semplice di guidare gli uffici istituzionali di viale Elba in una fase delicata, con il personale ancora scosso per quanto accaduto solo pochi giorni fa, quando Daveti è stato prelevato dagli uomini della Guardia di Finanza direttamente dall’appartamento di servizio di Portoferraio, accusato di essere il vertice di una banda specializzata in frodi fiscali, sul pagamento delle accise sugli alcolici e in contrabbando di tabacchi esteri.

La Prefettura di Livorno non ha sprecato tempo ed è corsa subito ai ripari per non lasciare vacante l’ufficio distaccato dell’Elba. Parascandola, del resto, è un dirigente della Prefettura che ha già in passato incrociato il suo passo con l’isola d’Elba. Cinquantotto anni, fino al 4 giugno scorso ha ricoperto il ruolo di dirigente di Area II, con delega al raccordo con gli enti locali, consultazioni elettorali per la Prefettura.

Nella sua carriera spiccano, fra l'altro, gli incarichi di vice consigliere di Prefettura a Grosseto, di responsabile dei programmi per i corsi di viceprefetti alla scuola superiore dell'amministrazione. Negli ultimi anni il suo rapporto con l’isola d’Elba è stato particolarmente ravvicinato. È stato lui, infatti, a traghettare il Comune di Campo nell’Elba alle urne dopo la caduta della giunta guidata da Lorenzo Lambardi. Parascandola, infatti, si insediò nel municipio di Campo nell’Elba nell’agosto del 2016, subentrando al commissario (il primo ad essere nominato) Massimo Di Donato. Guidò l’ente per quasi un anno, fino all’elezione del sindaco Davide Montauti nella primavera del 2017.

Lo stesso dirigente della Prefettura ha gestito nel comune di Rio nell’Elba il periodo di transizione intercorso tra le dimissioni dell’ex sindaco Claudio De Santi e il referendum per la

riunificazione delle due Rio (da settembre a dicembre 2017), per poi lasciare il Comune in mano al collega commissario prefettizion Girolamo Bonfissuto, restando però vicino alle vicende di Rio in qualità di consulente della Prefettura.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro