Quotidiani locali

Chiesa gremita ai funerali di Federica Marcuccio

Tantissima gente ai funerali di Federica Marcuccio, la ventottenne uccisa da una malattia contro cui combatteva da due anni

PIOMBINO. Tanta, tantissima gente ai funerali di Federica Marcuccio, la ventottenne uccisa da una malattia contro cui combatteva da due anni. Immersa in un silenzio surreale, la folla di parenti e amici ha atteso che la bara fosse portata fuori dalla sala del commiato della Pubblica assistenza. Poi il corteo si è diretto verso la chiesa dell’Immacolata, dove si è svolta la messa. Una chiesa gremita di gente che si è stretta attorno al dolore del padre della ragazza, Giuseppe Marcuccio, e alla madre Luisella Lorenzini. Dopo la messa, il rientro al cimitero per la tumulazione.

leggi anche:



Quella di Federica è stata una tragedia che ha colpito nel profondo un’intera comunità. Era davvero benvoluta questa ragazza così bella, così brava (malgrado le difficoltà si stava per laureare in Medicina) e così sfortunata. Insieme ai genitori, Federica ha combattuto fino all’ultimo giorno con coraggio. Il padre Giuseppe trova la forza per ringraziare «il sindaco Massimo Giuliani e tutta la comunità piombinese, la Pubblica assistenza e specialmente Roberto Camerino e i suoi collaboratori, l’Associazione cure palliative nella persona del presidente Alberto Maestrini, il dottor Renato Giorgi, il dottor Walter Pastorella, la polizia nella persona del vice questore Walter Delfino, tutti gli amici, colleghi e familiari intervenuti».
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori