Quotidiani locali

Morto in piazza Bovio, la bella poesia scritta per lui dal fratello Simone

È la struggente poesia scritta da Simone Benucci, 40 anni, in memoria del fratello Alessandro

PIOMBINO. È la struggente poesia scritta da Simone Benucci, 40 anni, in memoria del fratello Alessandro, trovato morto a 36 anni in piazza Bovio. Simone l’ha scritta qualche giorno dopo la morte di Ale. L’ha scritta così, di getto, e se l’era tenuta per sé. Lui che è molto riservato e che non è presente nemmeno sui social.

Alla fine, Simone ha accettato che la pubblicassimo.

In questa poesia c’è tutto. Il dolore per la perdita del fratello, il grande amore verso di lui e l’angoscia di non poter parlare con il mare, unico testimone di quella sera. E allo stesso tempo l’accusa precisa: Alessandro era con qualcuno davanti a quel mare. Era con qualcuno, da vivo, prima che venisse ucciso.

“Atterrerò su di un letto

di secche alghe

Non ho mai dato una rotta...

non cercavo le spiagge.

I funamboli infine

vogliono il pubblico attorno,

ma ho alghe secche


in fondo alle tasche.

E in un sol secondo!

Soltanto il mare

ascoltò il mio respiro?

Soltanto il mare sa

con chi ero vivo”.

 

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro