Quotidiani locali

L’artista del gelato elbano fa il prof in comunità

Il titolare della gelateria Ghibli di Marina di Campo si è cimentato come docente per i ragazzi del centro di recupero di San Patrignano: «Esperienza fantastica»

CAMPO NELL'ELBA. Giampaolo Doti, gelataio elbano, titolare a Campo della gelateria Ghibli e già due volte campione d’Italia al Gelato Festival, tornerà venerdì prossimo a San Patrignano per insegnare il mestiere agli ospiti della comunità. Insegnerà il mestiere artigianale che l’ha reso famoso. Doti, di origini lucane ma all’Elba dal 1999 appassionato di gelato fin dalla tenera età di 6 anni, quando preparò la sua prima vaschetta, è già stato presso la comunità di recupero nella provincia di Rimini, invitato dallo stesso gruppo dirigenziale.

Giampaolo Doti con i ragazzi della...
Giampaolo Doti con i ragazzi della comunità di San Patrignano

Il motivo? Trasmettere ai ragazzi che hanno smarrito la strada le tecniche della composizione del gelato, aiutando così i giovani a trovare un mestiere per ricominciare. La proposta potrebbe essere un negozio di gelateria. Ma come si prepara un prodotto che sia di ottima fattura? «Hanno pensato di coinvolgermi – dice Giampaolo Doti – Così mi hanno invitato una prima volta alcuni giorni fa a San Patrignano. In quell’occasione ho preparato del gelato per mille e 400 persone e alla fine dell’incontro ho anche confezionato una torta. È stato un primo contatto, cui faranno seguito altri. Non capisco come abbiano fatto a scegliere me in tutto il territorio nazionale. Naturalmente la circostanza mi ha fatto piacere».

Probabilmente hanno influito sulla scelta del gelataio elbano i recenti successi e le affermazioni in occasione del Gelato Festival. Si tratta di un evento importante nel mondo della gelateria artigianale. Si svolge in diverse città in Italia e all'estero e si articola in diverse tappe dove una giuria popolare esprime la propria valutazione cui fa da corredo completandola il voto invece della giuria tecnica. A titolo di cronaca il nostro Doti ha preso il massimo dei voti sia dai giurati popolari, sia da quelli tecnici, arrivando così al titolo di campione. Ma a far pesare la bilancia su di lui, quale migliore docente per i ragazzi che intendono intraprendere un nuovo mestiere nel difficile campo della sorbetteai è la qualità del suo prodotto.

«I gusti che hanno contribuito a rendermi famoso in Italia – dice sempre Giampaolo Doti – sono stati il Cremino e la Sacher Sacher. Il suo intento principale è quello di tradurre l'alta pasticceria nella gelateria, quasi di fondere le due discipline e realizzare un prodotto sempre classico per tradizione, ma nuovo nella proposta e nel gusto». Il Cremino è stata una delle sue prime invenzioni. L’ha creato nel 2007. Il gusto Sacher invece richiama la famosa torta austriaca. Si tratta di un suo studio recente, nel quale hanno giocato un importante ruolo gli ingredienti sono: pan di spagna, cioccolato fondente, glassa di albicocca e canditi d'albicocca”. Ora si tratta di trasmettere agli altri il proprio mestiere.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista