Quotidiani locali

Migranti al lavoro sui fossi, accordo Consorzio-Cri

Il progetto si chiama “La Bonifica che accoglie” e coinvolge cinque ragazzi Vallesi: «Diamo loro un’occasione e facciamo vedere una realtà diversa»

PIOMBINO. Migranti al lavoro sui fossi con il Consorzio di bonifica grazie a un accordo con la Croce rossa italiana.

“La Bonifica che accoglie”. Così si chiama il progetto messo in campo dal Consorzio di Bonifica 5 Toscana Costa nell'ambito dei lavori socialmente utili.

Una convenzione stipulata tra Consorzio 5 e Croce Rossa di Piombino per impiegare cinque dei ragazzi ospitati presso le strutture di accoglienza gestite a Piombino dalla stessa associazione, per la durata di un anno.

Si tratta di un importante impegno che il Consorzio di Bonifica ha voluto prendersi, in linea con le sollecitazioni ricevute dalla Regione Toscana, con lo scopo di fare la propria parte nel favorire il processo di integrazione tra i ragazzi che il nostro territorio ospita e la cittadinanza che vi risiede.

«Cinque persone coordinate da nostro personale che da una settimana lavorano per rendere il nostro ambiente, i nostri corsi d'acqua più puliti e più sicuri, contribuendo al benessere e alla sicurezza di noi cittadini – ha dichiarato il presidente del Consorzio 5 Toscana Costa Giancarlo Vallesi – . Un impegno che abbiamo ritenuto di doverci prendere per dare la possibilità a questi ragazzi di lavorare per la stessa comunità che li sta ospitando e per far conoscere alla cittadinanza una realtà talvolta diversa da quella che ci viene dipinta».

Il Consorzio 5 Toscana Costa nell'ambito del progetto “La Bonifica che Accoglie” è intervenuto sulla fossa Calda (nella zona di Venturina Terme) dove i ragazzi hanno rimosso detriti e materiale di risulta presente nel corso d'acqua e nelle sue vicinanze.

Gli stessi sono stati poi impiegati per la ripulitura dei laghi di Tufaia, anche questi nella zona di Venturina Terme, utilizzati dal Consorzio come distretti irrigui.

In questi giorni i ragazzi coinvolti nel progetto hanno iniziato la
sistemazione del lago grande, abitato dalle anatre e luogo di formazione e educazione ogni anno visitato da scolaresche e gruppi. Hanno lavorato con grande dedizione riempiendo così le loro giornate e fornendo un servizio utilissimo per la collettività.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista